Udinese Primavera: Bestia nera Chievo da esorcizzare

Udinese Primavera: Bestia nera Chievo da esorcizzare

La Primavera dell’Udinese dopo tre vittorie consecutive cerca il poker. Ma di fronte c’è la festa nera Chievo, l’anno scorso uscito vincitore in tutte le occasioni. Ma se in campionato l’Udinese ha avuto qualche rammarico, nei play off scudetto è uscita la superiorità tecnica e anagrafica che alla fine ha fatto la differenza. Per questa partita mister Mattiussi rischia di perdere Joao in difesa, il che lo costringerebbe a cambiare assetto riportando in auge la difesa a quattro, abbandonata in campionato fino ad oggi con ottimi risultati.
Dietro dovrebbe riprendere posto Mauro Coppalro, reduce dall’esperienza in azzurro. Rientrerà venerdì, a ridosso della partita con i clivensi, per cui si dovrà testare la condizione generale.

La formazione verrà decisa, quindi, solo dopo le ultime due sedute di allenamento, tra le quali l’oramai classica partitella con la prima squadra del giovedì pomeriggio. Occasione questa per Simone Pontisso di mettersi in mostra ulteriormente agli occhi di Colantuono: ora che è arrivato Lodi, per la stellina della Primavera non ci dovrebbero essere chiamate d’urgenza. La filosofia è chiara: a meno che non sia strettamente necessario è molto meglio giocare con la Primavera, piuttosto che fare solo panchina in prima squadra.

Sul fronte Chievo ci saranno da tenere d’occhio Bartulovic e Damian, classe ’96, i punti forti della rosa a disposizione di mister D’Anna. Il Chievo è un gruppo competitivo specie davanti, dove c’è anche Cataldi a segno nell’ultima gara contro il Brescia. Insomma una squadra da prendere con le molle e da affrontare con lo spirito di rivalsa giusto. “Non si guardi il risultato di questi tempi, ma la prestazione”, va ripetendo Mattiussi da inizio stagione e i ragazzi fino ad oggi hanno risposto certamente presente.

In avanti occhio ad Amoroso: sta crescendo e potrebbe fare coppia con Prtajin, anche se in caso di difesa a quattro non si può escludere il tridente anche con Armenakas.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy