Udinese Primavera: Sabato a Bergamo per scalare la classifica

Udinese Primavera: Sabato a Bergamo per scalare la classifica

L’Udinese Primavera sabato a Bergamo contro l’Atalanta che dista solo 4 punti: obiettivo concretezza e iniziare a scalare la classifica

Commenta per primo!

L’Udinese Primavera sabato va in trasferta a Bergamo contro l’Atalanta, penultima gara prima della sosta (sabato 19 a Codroipo arriverà il Brescia).
L’obiettivo è fare punti, inutile girarci troppo attorno: per mole di gioco questa Udinese meriterebbe ben più dei 14 ottenuti finora, e la squadra di Mister Mattiussi può recriminare per le tante occasioni gol sprecate in questo avvio di campionato.
Ma a consolare c’è il gioco: l’Udinese da quest’estate a oggi è cresciuta tecnicamente e tatticamente. Ha mostrato individualità conosciute (Coppolaro, MagninoPerisan, Pontisso) a nuovi leader come Prtajin, Armenakas, Variola, Francescutti e Borgobello. Proprio loro dovrebbero esserci tutti contro gli orobici (anche se le ultime risposte arriveranno solo nei prossimi giorni), per una formazione che potrebbe avere una mano anche dalla prima squadra: Guilherme e Kone, infatti, potrebbero essere prestati per recuperare confidenza col terreno di gioco e testare definitivamente le loro condizioni.

A Bergamo mancherà Garmendia, genio e sregolatezza: contro l’Inter una partita superba (come quella di tutti i compagni), sprecata con un gesto di reazione evitabile e dannoso. Il centrocampista spagnolo è stato quindi squalificato, per cui oltre al danno immediato anche quello successivo.

L’Atalanta, fresca di nomina per il premio FairPlay per la gestione delle giovanili, ha eliminato i bianconeri due mesi fa in coppa Italia: allora non c’è stata storia, ma oggi le cose sono diverse. La squadra di Bonacina è a 18 punti, solo 4 più dell’Udinese e anche se forte in ogni reparto, ancora non ha trovato l’alchimia giusta.

A proposito di Bonacina:  è alla guida della squadra Primavera per la quarta stagione consecutiva, mentre da calciatore ha indossato la maglia dell’Atalanta dal 1986 al 1991 e poi dal 1994 al 1999.
Davanti l’Atalanta ha gente come SianiDi Rocco e Parigi, tutti 96′ e 97′, tutti tra i migliori della categoria.

Un’altra prova di spessore attende dunque i bianconeri: che fin qui non hanno mai, e ripetiamo mai, mostrato inferiorità verso alcuno. Da qui la fiducia, ma ora serve anche concretezza.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy