-9 alla salvezza

-9 alla salvezza

Quest’anno la salvezza potrebbe essere raggiunta ad una quota talmente bassa da battere tutti i record

Commenta per primo!

Quest’anno la salvezza potrebbe essere raggiunta ad una quota talmente bassa da battere tutti i record, infatti il punteggio in classifica delle ultime tre è talmente sotto la media a tre giornate dalla fine del girone d’andata da far presupporre che potrebbe essere centrata tranquillamente a 30 punti.

L’anno scorso il Verona arrivò al giro di boa ultimo con 8 punti, per concludere il campionato sempre nella stessa posizione ma con 28 punti, quindi realizzandone 20 nel girone di ritorno, una buona media salvezza per Delneri che non è riuscito nel miracolo di salvare i gialloblù.

Il Frosinone girò a 15 punti, mentre al ritorno ne collezionò 16, uno in più, chiudendo penultimo con 31.

Il Carpi fu l’unica a provarci fino all’ultima giornata, mettendo a repentaglio anche l’Udinese, facendo un gran girone di ritorno che le permise di collezionare 24 punti, che sommati ai 14 del girone d’andata, non le bastarono comunque a salvarsi, chiudendo a 38 punti contro i 39 di Palermo e Udinese.

Al momento Crotone, Pescara e Palermo hanno rispettivamente 9, 8 e 6 punti e solo le menti immaginarie dei più ottimisti potrebbero pensare che nel girone di ritorno possano realizzare 30 punti, nemmeno sotto le minacce unificate delle frange più estreme delle tre tifoserie. Poco sopra c’è l’Empoli a 11, l’unica che potrebbe tenere aperte le speranze ad una del trio di coda.

Un campionato così  scontato, prevedibile e qualitativamente peggiorato, va sicuramente rivisto, incominciando dal ridurre il numero di squadre della Serie A, riportandole a 18.

L’Udinese quindi è a -9 dal garantirsi un’altra stagione in serie A, ma questo non può e non deve essere l’obiettivo dei bianconeri, anzi, hanno il dovere di provare a raggiungere obiettivi più importanti, grazie all’ottimo lavoro di Delneri che sta recuperando posizioni in classifica e preparando le basi per un grande futuro.

Con alcuni innesti di spessore, si potrebbe davvero tornare a sognare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy