A fine gara nessun bianconero sotto la curva

A fine gara nessun bianconero sotto la curva

Brutto epilogo di una giornata storta: nessun giocatore dell’Udinese è passato a salutare gli splendidi tifosi presenti a Modena che hanno sostenuto la squadra per tutta la partita

Le cose più belle della trasferta di Modena contro il Carpi sono due: il ritorno al gol di Zapata, ma soprattutto i tifosi. In 800 hanno seguito la squadra bianconera in Emilia, senza mai smettere di incitare, nemmeno quando era chiaro a tutti che la partita non avrebbe riservato nessuna soddisfazione.

A fine gara giustamente mister Colantuono ha voluto spendere parole importanti per loro, per i sacrifici che fanno per non far mai sentire sola l’Udinese.

Peccato però che la squadra a fine gara, distratta o forse solo tramortita dalla sconfitta, si sia dimenticata di passare sotto la curva dei suoi sostenitori per un cenno di ringraziamento. Nulla di particolare, il solito applauso, magari solo con un paio di elementi. Invece nulla, tutti spariti negli spogliatoi, solo Lodi e Felipe da metà campo accennano a un saluto, raccolto solo dai fotografi.

Inutile dire che i friulani presenti siano rimasti alquanto male e si torna sul discorso approfondito nell’articolo sul nome dello stadio: la passione non è una parola astratta, ma i gesti quotidiani che la squadra può e deve fare verso i suoi sostenitori in una piazza dove le pacche sulle spalle non mancano nemmeno dopo una prestazione come quella emiliana. E se i giocatori, forse perché stranieri in questa terra, non lo comprendono è bene che la società intervenga.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy