All’Udinese basta un tempo per battere il Benevento

All’Udinese basta un tempo per battere il Benevento

I bianconeri bissano il successo di sei giorni fa a Crotone, grazie alle reti Barak e Lasagna nei primi 45 minuti. Nel finale un po’ di sofferenza, ma la squadra ospite non ne sa approfittare

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Secondo successo consecutivo (terzo, se consideriamo anche la Coppa Italia) per l’Udinese di Massimo Oddo. In un freddissimo pomeriggio di dicembre, i bianconeri hanno avuto la meglio sul Benevento, ultimo in classifica e reduce dal pareggio interno a tempo scaduto contro il Milan. Decisivo, ancora un volta, Antonin Barak, che dopo soli 5 minuti ha sbloccato l’incontro. Poco prima dell’intervallo, poi, Kevin Lasagna (quarto centro stagionale) ha ipotecato la vittoria firmando il 2-0. Nella ripresa, però, la squadra bianconera ha abbassato eccessivamente i ritmi, favorendo il ritorno degli avversari che però non sono riusciti a sfruttare le tante occasioni create, finendo per subire la quindicesima sconfitta in 16 gare disputate. In vista della trasferta a Milano contro l’Inter, in programma sabato prossimo alle 15, Oddo dovrà lavorare sulla tenuta “mentale” dei suoi, intanto però può godersi altri tre punti che fanno il paio con quelli conquistati lunedì sera a Crotone. Adesso la classifica di Serie A dice che l’Udinese ha 18 punti, due in meno di Torino e Atalanta che scenderanno in campo domani, rispettivamente a Roma (Lazio) e a Genova (Genoa). Sì, proprio iniziato un altro campionato.

CRONACA. Come anticipato ieri in conferenza stampa, mister Oddo conferma per nove undicesimi la BARAK Udinese Calcio v Benevento Calcio - Serie Aformazione scesa in campo lunedì sera a Crotone. Le uniche novità sono gli inserimenti di Stryger Larsen e Nuytinck in difesa al posto di Angella (infortunato e nemmeno convocato per il match odierno) e Samir. Al quarto minuto si registra il primo tiro in porta della gara con Puscas che conclude centralmente chiamando in causa Bizzarri. Un minuto dopo l’Udinese si riversa nella metà campo giallorossa: passaggio di Jankto per Barak che conclude di sinistro spiazzando Brignoli (1-0). Al 10′ Djimsti commette fallo su Lasagna e Aureliano assegna un calcio di punizione a favore dei friulani a pochi passi dal limite dell’area grande giallorossa. Sul punto di battuta si presenta Adnan che calcia con estrema precisione, colpendo la traversa della porta campana. Il Benevento poi si rifugia in corner. Al 19′ ancora Udinese avanti: lancio lungo di Jankto per Lasagna, che viene anticipato in area da Brignoli. Al 28′, però, sfiora il pareggio: conclusione da fuori area di Letizia, Bizzarri respinge corto e Puscas, ben appostato in area bianconera, tenta la ribattuta ma questa volta il portiere argentino interviene prontamente liberando l’area. Quattro minuti dopo occasione per i padroni di casa: da una punizione calciata a pochi passi dalla bandierina del corner destro da Jankto, riceve in area Stryger Larsen che conclude altissimo, sciupando una buona chance. Al 41′ arriva il meritato raddoppio: azione di Barak che vede Lasagna libero sulla sinistra, l’ex Carpi entra in area, mette a sedere un difensore avversario e conclude di sinistro nell’angolino opposto (2-0). Nella ripresa, al 6′ minuto il Benevento prova ad accorciare: Fofana perde palla a pochi metri dalla linea di metà campo, ne approfitta Parigini che intercetta la sfera e serve Letizia: il sinistro del numero 3 del Benevento però finisce sopra la traversa. Al 10′ Oddo e De Zerbi effettuano i primi cambi dell’incontro: per l’Udinese fuori Fofana, dentro Balic; per il Benevento, fuori Parigini, dentro Armenteros. Al 18′ il Benevento beneficia di una punizione dai venti metri che Memushaj, autore di una buona conclusione tre minuti prima respinta da Bizzarri, spara alto. Al 18′ va via sulla destra D’Alessandro, mette in mezzo per Memushaj che, ancora una volta, manca il bersaglio. Pochi secondi dopo Oddo richiama Maxi Lopez e inserisce De Paul. Al 25′ Gyamfi rileva Chibsah nelle file giallorosse. Al 28′ Balic avanza per metri con palla a terra, alza la testa e vede libero sulla sinistra De Paul che tenta la girata sul secondo palo senza fortuna. Un minuto dopo De Zerbi esaurisce i cambi inserendo una punta, Ciciretti, per un difensore, Antei. E proprio i beneventani sfiorano più volte la rete del 2-1 prima con Puscas, poi con D’Alessandro. L’Udinese arretra troppo e così nei minuti finali, invece, di inserire Perica (che era già pronto a entrare), Oddo decide di mandare in campo Ingelsson per Jankto. Al 42′ il Benevento ci prova ancora con un rasoterra di D’Alessandro parato da Bizzarri. Al 45′ Bizzarri raccoglie con le mani un retropassaggio dei compagni: Aureliano assegna un calcio di punizione a due agli uomini di De Zerbi. Ciciretti conclude, ma manda alto. E’ l’ultima azione di una gara che consegna all’Udinese altri tre punti d’oro in ottica salvezza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy