Arriva il Benevento, esame di maturità per la nuova Udinese targata Oddo

Arriva il Benevento, esame di maturità per la nuova Udinese targata Oddo

L’Udinese di Oddo sembra avere i favori del pronostico ma attenzione all’entusiasmo del Benevento dopo il primo punto ottenuto contro il Milan

di Massimo Liva

Domani pomeriggio al Friuli si sfideranno due squadre con il morale alto, l’Udinese di Oddo reduce da una netta vittoria in una sfida fondamentale in chiave salvezza come quella contro il Crotone e il Benevento che ha finalmente ottenuto il suo primo punto in serie A grazie alla clamorosa rete alla scadere del portiere Brignoli.

Sulla carta l’Udinese parte ovviamente favorita ma l’entusiasmo e la carica dei giocatori del Benevento dopo l’impresa (possiamo definirla proprio cosi) di riuscire a ottenere il primo punto in classifica nientemeno che contro il Milan non è da sottovalutare, ci vorrà la massima attenzione da parte dei bianconeri che sembrano un altra squadra da quando Oddo si è seduto sulla panchina friulana.

Entusiasmo, autostima, disciplina tattica, molte cose sembrano essere cambiate da quando Massimo Oddo è arrivato in Friuli e nonostante sia ancora presto per dare dei giudizi si può già tranquillamente affermare che l’Udinese con i tre punti di Crotone ha dato una svolta alla propria stagione anche se la vera prova di maturità sarà per i bianconeri proprio contro la formazione di De Zerbi, squadra imprevedibile e affamata di punti.

In attacco la coppia Maxi Lopez-Lasagna sembra essere al momento la più completa e la più idonea al sistema di gioco scelto dal proprio tecnico. Sia Lopez che Lasagna a Crotone hanno lavorato moltissimo per la squadra, in particolare l’argentino si è rivelato davvero prezioso a livello di assist e movimento senza palla.

Riguardo alla scelta del portiere l’esperto Bizzarri dovrebbe essere confermato tra i pali anche se Scuffet quando chiamato in causa, con Napoli e Perugia, non ha deluso le attese anzi. A penalizzare il giovane portiere friulano potrebbe esserci un problema caratteriale nel reggere la pressione di difendere i pali della squadra della propria terra ma questa è solo un ipotesi perchè poi solo il tecnico Oddo sarà in grado di valutare questo, essendo a stretto contatto con i propri giocatori per tutta la settimana, la scelta che verrà fatta in tal senso sarà frutto di un attenta e lunga valutazione.

Il Benevento di De Zerbi ha dimostrato di continuare a crederci, di non voler passare per vittima sacrificale del campionato e verrà a Udine per trovare continuità di risultati e rendimento.

Gara da vincere a ogni costo per l’Udinese di Oddo, per confermare i progressi dimostrati con il nuovo allenatore già apprezzato da tutto l’ambiente per le sue idee di calcio e la sua professionalità e per preparare al meglio due sfide proibitive ma affascinanti come quelle contro Inter (campionato) e Napoli (coppa Italia) che potrebbero far decollare i bianconeri.

Con Oddo ora tutto sembra essere cambiato, contro il Benevento serve un altro segnale per dimostrare la voglia da parte dell’Udinese di tornare protagonista, la stagione è ancora lunga e può riservare molte sorprese (speriamo solo positive).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy