Bonato: “Dobbiamo imparare a crescere, soffrire ed essere equilibrati”

Bonato: “Dobbiamo imparare a crescere, soffrire ed essere equilibrati”

“Avevamo l’idea di riprendere la filosofia dell’Udinese e abbiamo fatto un buonissimo lavoro perché sono arrivati giocatori di grandi prospettive”

Commenta per primo!

L’Udinese vista con l’Olimpia Lubiana ha convinto, anche se mancavano 12 nazionali e l’avversario non è di certo il Milan che i bianconeri andranno ad affrontare alla ripresa. Gli innesti, soprattutto Kums, comunque hanno convinto. “Avevamo l’idea di riprendere la filosofia dell’Udinese e abbiamo fatto un buonissimo lavoro perché sono arrivati giocatori di grandi prospettive come De Paul, Evandro o Samir“, ha spiegato il ds Bonato a TMW analizzando le operazioni effettuate. “Abbiamo trovato una sistemazione a tanti ragazzi, trentasette operazioni in uscita sono tante. Poi abbiamo ceduto giocatori come Zielinski e Nico Lopez e rifiutato offerte per Heurtaux, Badu e Thereau. Siamo all’inizio di un nuovo ciclo, è stata riagganciata la filosofia Udinese. La velocità nell’assemblare il gruppo ci darà risposte sul campo“.

 

Il banco di prova ora sarà il Milan: “Partita difficile. Al suo interno il Milan ha giocatori importanti, con l’arrivo di Montella vedremo una squadra competitiva. Dobbiamo imparare a crescere, soffrire ed essere equilibrati: così diventeremo squadra“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy