Bizzarri: “Metterò la mia esperienza a disposizione del gruppo”

Bizzarri: “Metterò la mia esperienza a disposizione del gruppo”

Il portiere classe ’77 completerà un reparto di giovanissimi con Scuffet, pronto alla prima stagione da titolare in serie A, e l’ex Primavera Borsellini, nel ruolo di terzo

A novembre compirà 40 anni, ma la voglia di ricominciare è sempre la stessa. Albano Bizzarri sarà non solo il giocatore più anziano dell’Udinese, ma anche un elemento di esperienza in un reparto – quello dei portieri – dall’età estremamente bassa. Per Simone Scuffet (21 anni) e Davide Borsellini (18), Bizzarri, infatti, rappresenterà un punto di riferimento in una stagione che potrebbe consacrare definitivamente l’azzurrino tra i big della serie A. Originario della provincia di Cordoba (in Argentina), Bizzarri vanta nel suo curriculum un’esperienza nel Real Madrid nella stagione 1999-2000, conclusasi con il trionfo di Champions League.

Bizzarri, con quale spirito si presenta a Udine?

Si tratta di un’altra grande esperienza per me. Sono arrivato qui molto contento, molto motivato, arrivo in una grande società. Per quello che ho potuto vedere si tratta di un club molto organizzato e questo è un aspetto importante. Speriamo di vivere una bella annata, cercherò di dare il mio contributo alla squadra.

Lei ha una lunga esperienza in Italia, visti i suoi trascorsi con le casacche di Catania, Lazio, Genoa, Chievo e Pescara…

Deciderà il mister qualsiasi cosa. Io mi metterò a disposizione dell’Udinese, del gruppo, cercherò di trasmettere la mia esperienza.

Infine, che impressione si è fatto dell’Udinese?

Sono da 10 anni in Italia e non ho visto un impianto come quello friulano. Ho visto lo stadio durante la stagione appena conclusa, si tratta davvero di un impianto importante. Questa è una società molto moderna, di altissimo livello, in Italia sinceramente non ci sono molti esempi come questo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy