Bonaiuti: ” A Udine stavo troppo bene. Scuffet e Meret faranno parlare di loro”

Bonaiuti: ” A Udine stavo troppo bene. Scuffet e Meret faranno parlare di loro”

Commenta per primo!

Adriano Bonaiuti, preparatore personale di Samir Handanovic numero uno nerazzurro ex Udinese, raggiunto telefonicamente da tuttocalciatori.net ha parlato del portiere sloveno ma anche di Scuffet e Meret i due talenti bianconeri e della sua esperienza all’Udinese : “Conosco Samir da quando ha 21 anni, il nostro dopo tanto tempo è più di un rapporto di lavoro, è nata un’amicizia sincera. C’è un legame forte tra noi”.

Come valuta la sua stagione quest’anno tra alti e bassi?

“Se ci riferiamo all’errore in Inter-Juve è normale che un episodio in un big-match sia altisonante e faccia notizia, ma non pregiudica in nessun caso una buona stagione da parte sua. Gli errori ci stanno, fanno parte del gioco. Le critiche sono ingenerose. Samir però resta uno dei migliori portieri in Europa, i numeri parlano chiaro. E’ un portiere tecnicamente completo, non ha veri punti deboli, ed ha la personalità che il suo ruolo richiede. Anche quando incappa in qualche prestazione sottotono ci mette la faccia”.

 

E’ vero che andrà via dall’Inter? E dove?

“Questi discorsi riguardano esclusivamente la società, che fa le scelte. Io me lo terrei stretto, e poi non saprei per quali cifre potrebbe partire, non è così scontato valutare il suo valore di mercato.  E’ normale che un giocatore come lui abbia diverse richieste, di certo non gli mancano le offerte”.

 

Torniamo un pò indietro. Disse che le era dispiaciuto lasciare l’Udinese due anni fa.

“E’ vero. Mi dispiacque moltissimo, a Udine stavo troppo bene. Per me rappresenta tuttora il paradiso calcistico. Ed è merito della famiglia Pozzo. L’Udinese è una società super organizzata, dove tutti fanno un gran lavoro. E’ un’industria a conduzione familiare dove si fanno le cose con i modi e i tempi giusti. E anche il calore umano che puoi trovare lì è unico. Un ambiente fantastico, un modello di società dal basso fino a alla proprietà, un’eccellenza del nostro calcio”.

Parliamo di portieri. L’Udinese può contare su due giovani di prospettiva come Simone Scuffet e Alex Meret di cui si parla come di due campioncini.

“Scuffet ha già avuto l’opportunità di giocare, Meret che è più giovane ancora no. Hanno entrambi grandi mezzi e faranno parlare di loro. Abbinano ottime qualità tecniche alle giuste doti caratteriali perchè hanno sempre voglia di migliorarsi e sanno ascoltare i consigli. Hanno la strada spianata di fronte a loro e sicuramente li vedremo ad alti livelli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy