Candela: “Tudor da giocatore era molto serio, un professionista”

Candela: “Tudor da giocatore era molto serio, un professionista”

Candela parla in vista della sfida tra Roma e Udinese

di Redazione

Vincent Candela, ex terzino della Roma ha parlato in vista della sfida contro l’Udinese.
“È una partita così importante che per me il risultato è scontato, la vittoria. Per me la vincono, facile. Sono molto fiducioso. La stagione di quest’anno ha avuto tanti alti e bassi, ora è un momento particolare, ma siamo ancora là a un punto dalla Champions. La vittoria con la Sampdoria ha dato tante motivazioni e orgoglio per fare bene. È l’ultima chance di levarci la soddisfazione di tornare in CL, quando tutti ci hanno dati per spacciati. Hanno cambiato tre volte allenatore e sono in un periodaccio, strano. Per una società stabile come è sempre stata l’Udinese, cambiare così tanto in corsa non è da loro. Mi dispiace, ma è il momento giusto per affondarli nel senso buono del termine, nella partita. Non è con noi che devono fare punti. Abbiamo perso con loro all’andata, una motivazione in più per volere una rivincita. Dobbiamo attaccarci a tutte le motivazioni. Tudor non lo conosco personalmente. Conosco il giocatore, era molto serio, un professionista. Conta il valore dell’uomo, per raggiungere a tutti i costi la salvezza”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy