Chi al posto di Fernandes? Balic, Hallfredsson, ma anche altre opzioni

Chi al posto di Fernandes? Balic, Hallfredsson, ma anche altre opzioni

De Canio non dovrebbe cambiare il 3-4-1-2 contro la Samp, ma serve capire chi sostituirà Fernandes: Balic e Hallfredsson sono candidati forti, ma il tecnico potrebbe optare anche per altre soluzioni. Con la sorpresa tridente

Commenta per primo!

In attesa di capire se Di Natale scenderà in campo con i compagni o meno nella doppia seduta di mercoledì, chiudendo così un ‘caso’, che comunque De Canio non vuole chiamare così, la vera curiosità per la sfida con la Samp è su come il tecnico di Matera ovvierà all’assenza di Fernandes.

Il portoghese dall’arrivo del nuovo tecnico aveva trovato la giusta collocazione dietro le punte, in un  ruolo da trequartista che finalmente ha esaltato le sue qualità. La gara col Napoli è stata eccellente, nonostante qualche errore che deve essere limato nel prossimo futuro.

La sua squalifica è pesante, anche se non mancano i candidati a sostituirlo. Il primo nome porta al giovane Balic, da oramai due mesi aggregato al gruppo e che mostra progressi costanti. Era stato presentato come un giocatore che ama giocare davanti alla difesa, ma il calcio di marca slava è diverso. I calciatori da quelle parti, anche quelli che dovrebbero avere mantieni difensive, sono sempre votati alla fase d’attacco. Per cui il suo nome è certamente da prendere in considerazione, anche se in una gara importante come quella con la Samp De Canio potrebbe cercare più esperienza.

In quest’ottica non è a escludere uno spostamento in avanti di Hallfredsson: anche lui nasce come mezzala, ma ha piede e gamba e potrebbe essere utile anche da trequartista anche se ha meno fantasia di Fernandes, ma anche di Balic.

La terza via prevederebbe un ritorno alla linea a cinque in mezzo (Widmer, Badu, Kuzmanovic, Hallfredsson e Armero), scelta che però abbasserebbe inevitabilmente il baricentro della squadra in una partita dove la Samp cercherà di fare sua.

Infine la sorpresa: Thereau dietro Matos e Zapata. Un tridente che potrebbe essere l’arma in più per dettare legge anche a Marassi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy