Colantuono: Dispiace per i tifosi venuti da Udine

Colantuono: Dispiace per i tifosi venuti da Udine

L’analisi di mister Colantuono a caldo dopo la sconfitta della sua Udinese col Carpi: dopo parecchie gare a buon ritmo per i bianconeri una giornata no

Commenta per primo!

Stefano Colantuono è amareggiato, soprattutto per i tifosi (numerosissimi) presenti al Braglia, ma il tecnico ha anche sottolineato che dopo tante gare giocate ad alto livello una gara così poteva capitare: “Abbiamo cambiato anche qualcosa a livello di sistema a un certo punto, ma è una gara iniziata male: nel secondo tempo ci abbiamo provato, ma non siamo mai stati lucidi. Alla vigilia temevo questa gara, so che il Carpi ci mette sempre ardore e cerca la profondità, così come temevo che i miei, che dal Sassuolo fanno un calcio aggressivo, potessero fare una partita del genere prima o poi: non siamo robot. Ma mi dispiace per i tanti tifosi presenti, volevamo regalargli un pomeriggio diverso. C’è poco da commentare oltre, un bruttissimo primo tempo, un secondo tempo vissuto di nervi e senza raziocinio”.

Poi l’analisi prosegue spiegando che “finita la gara con l’Atalanta, dispendiosa, non c’è stato molto tempo, ma il mio timore era proprio l’ardore del Carpi. Avevamo messo a posto la classifica, dalla gara col Sassuolo produciamo un buon calcio, prima o poi una giornata così poteva capitare“.

La sconfitta “è sempre figlia della prestazione, non siamo stati i soliti, nel primo tempo andavamo più col cuore che con le idee. Ripeto, mi dispiace per i tifosi, anche se prima o poi ci attendavamo una gara del genere, anche se oggi era alla portata: ci serva da lezione, ora si riparte. La classifica dice che giriamo a 2, non è male, ora ci apprestiamo a migliorare i punti fatti nell’andata. Oggi è stata una debacle generale, tutti non bene,a che Adnan non è stato brillante, tutta la comitiva ha pagato a livello mentale“.

Due cose positive: “I tifosi e Duvan che a ritrovato il gol”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy