Colantuono: Secondo tempo di grande spessore

Colantuono: Secondo tempo di grande spessore

Commenta per primo!

Colantuono a fine gara commenta la vittoria e il modulo che è cambiato dal primo al secondo tempo: « Eravamo partiti meglio noi del Bologna, Volevo dare seguito a quanto fatto col Milan nella ripresa, se le cose non vanno bene si doveva provare. Ma no  ha funzionato e siamo tornati indietro nella ripresa. Ilc cambiamento è stato semplice: volevo ripartire dal 4-3-1-2, ma temevo che la ripresa col Milan dipendesse più dalla veemenza che dalle trame di gioco. Poi siamo quindi tornati al 3-5-2, con Lodi che rispetto a Iturra è più regista, più palleggiatore. Con lui abbiamo trovato più fraseggio, gli inserimenti però dei centrocampisti sono atti sempre una costante. per fortuna è andato tutto come doveva. Se ero sotto esame? Lo siamo sempre noi allenatori, ma io mi riferivo ad altro quando ho parlato, ovvero sul colloquio avuto tra i giocatori e il presidente. Non c’è stato nulla di segreto, ma i giornali ne hanno tratto spunto per fare polemica. Totò? anche su di lui ho letto stupidaggini, chiaro che tutti vogliono giocare, ma lui sa che spazio si può ritagliare. Come tutti, qui nessuno ha il posto fisso ».

Un momento chiave è stato « fin dal primo minuto della ripresa. Abbiamo preso il pallino, il Bologna si difendeva, ma siamo brillanti e confidavo sulla condizione e sulla voglia di ribaltare il risultato »

Zapata il problema di oggi: « credo sia un problema muscolare ».

Sul Bologna afferma che « non credo sia stato arrendevole nel secondo tempo, piuttosto è uscita la forza dell’Udinese che si può salvare in anticipo, anche se non dobbiamo regalare nulla. Non siamo  Europa , ma nemmeno a retrocessione ».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy