Colantuono: Vincere per iniziare un altro campionato

Colantuono: Vincere per iniziare un altro campionato

Il tecnico bianconero, Stefano Colantuono, non ha dubbi: col Bologna serve vincere per dare una svolta al campionato e iniziare a giocare davvero con meno pressioni e con un occhio rivolto al futuro

Commenta per primo!

La gara col Bologna è stata già definita uno sparti acque, una di quelle gare dove si può finalmente svoltare verso un nuovo tipo di campionato, oppure verso il limbo. Mister Stefano Colantuono alla vigilia presenta così la sfida: “Ora il calendario per la prima volta ci mette di fronte a gare alla nostra portata. Dobbiamo e vogliamo  iniziare a dare una bella sterzata alla classifica. Vogliamo iniziare a vedere cosa siamo capaci di fare da grandi. Il campionato è ancora aperto, ma se giochiamo in una certa maniera possiamo proiettarci in una certa posizione di classifica che è quella che ci auguriamo di raggiungere. Comunque vorrei la vittoria. Per fare un altro campionato ed esprimerci meglio”.

In sintesi, il tecnico prosegue che, “quando parlavo di squadra convalescente mi riferivo all’atteggiamento nel secondo tempo in cui ci siamo abbassati. Vorrei che ci togliessimo di dosso questa paura. Dobbiamo fare un campionato diverso, vorrei far capire alla squadra che queste quattro gare che ci attendono ci potranno dare  tranquillità, altrimenti si rischia di rimanere con la paura di guardarci sempre dietro”.

L’obbligo di vincere, però, non è una pressione: “Dobbiamo farlo come sempre. Il Bologna è una squadra che sa giocare bene, per cui dobbiamo stare in guardia, loro hanno fatto più punti fuori casa che in casa, serve attenzione da parte nostra“.

Sulla formazione conferma che Matos partirà dall’inizio: “Sì, fiducia confermata. Zapata ieri aveva un po’ di febbre, stamattina si è allenato ma vediamo domenica. Sa fare sia la prima, sia la seconda punta”.  Anche Armero non mancherà la conferma: “Sì, l’entusiasmo è molto importante in questi casi.”.

Ora comunque c’è ampia scelta e il volto della squadra può cambiare: “Con più serenità si possono fare tante cose. Prima ci dobbiamo consolidare, sistemare definitivamente la classifica e poi vedremo. L’assenza di Badu? Kuzmanovic ha caratteristiche offensive, potrebbe essere il sostituto giusto“.

Infine una considerazione si Balic: “E’ un giovane bravo, diventerà un grande giocatore, se le cose si metteranno bene lo potremo anche vedere in partita“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy