Colantuono: Vogliamo fare la nostra partita

Colantuono: Vogliamo fare la nostra partita

Mister Colantuono, tra defezioni e squalifiche, presenta Udinese-Inter. Gara difficile, ma che i friulani vogliono giocarsi

Commenta per primo!

Vigilia della gara con l’Inter per l’Udinese che si è allenata con qualche problema: Badu acciaccato, Felipe e Danilo squalificati, insomma la sfida si preannuncia ancora più complicata. Per mister Stefano Colantuono questa settimana forse ci siamo applicati in maniera particolare, ma anche in passato non abbiamo mai lasciato nulla al caso. Poi non è detto che questo basti per vincere la gara. Vero che a Firenze dovevamo stare attenti sul rinvio di Ednilson, ma siamo stati anche sfortunati sul tiro seguente. Nel calcio gli episodi fanno la differenza. La cosa che mi è dispiaciuta è aver fatto una buona gara e aver preso tre reti. I ragazzi hanno lavorato bene, hanno ammortizzato il colpo, sono convinto che non mancherà la prestazione

Badu non ce la farà intanto: “La vedo difficile, anche se sabato faremo un ultimo allenamento. Fernandes è comunque offensivo, anche lui ha l’inserimento senza palla, ma è bravo anche nell’uno contro uno. Badu ha più forza, Bruno ha altre caratteristiche, ma entrambi sono offensivi“.
Sull’undici che schiererà non anticipa nulla anche se Di Natale dovrebbe partire dall’inizio: “A volte faccio cambiamenti la domenica, con questo non dico che Di Natale non giocherà. Il giovedì faccio delle prove, non è detto che poi confermi questo undici, anche se queste sono partite adatte a Totò. La serata, l’avversario offrono una partita di un certo tipo e come detto nelle scorse settimane Totò può giocare anche dall’inizio. E’ in crescita dal punto di vista fisico“.

In difesa giocherà Domizzi che “sono convinto che farà molto bene, col Milan – quando ha giocato – la gara si è messa in salita nella ripresa, ma nella ripresa ha fatto bene anche lui, anche se allora non stavamo come oggi. Chi verrà chiamato in causa farà la sua gara con impegno e professionalità, non ci sono seconde linee“.

Il tallone d’Achille dell’Inter “è difficile da trovare, è una squadra fisica che subisce poco, tutti sono dediti al sacrificio. E’ granitica e difficile da superare. Davanti sono micidiali, non si deve sbagliare nulla in uscita.. Noi abbiamo una filosofia e vogliano continuare, con una corsa sempre in avanti. Non sappiamo come giocheranno, sono duttili, contro la difesa a tre del Torino per esempio  si sono disposti anche loro col  3-5-2. Noi faremo la nostra gara, recuperando palloni e stando attenti“.

Una battuta anche sul mercato: “Parlarne adesso non mi interessa, mancano ancora delle partite da giocare. Sono concentrato sull’Inter, dobbiamo fare punti. Se vincessimo non ci fermeremo, non facciamo quindi calcoli, vogliamo solo fare più punti possibile da qui alla fine del girone. Carmona? Discorso che non mi sfiora, ho massimo rispetto dei miei, non parlo di altri. Poi chiaro che l’Udinese, come le altre, si guardi attorno. Alcuni sono richiesti e vedremo se tenerli, insomma tutto si muove in questa fase, poi vedremo se fare qualcosa“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy