Colantuono: “Vogliamo regalare ai tifosi una bella prestazione”

Colantuono: “Vogliamo regalare ai tifosi una bella prestazione”

Dopo la rifinitura di sabato mattina, Stefano Colantuono si presenta davanti ai giornalisti per fare le ultime considerazioni prima dell’esordio casalingo nel nuovo stadio, contro il Palermo, ex squadra proprio del tecnico bianconero: “Al di là del discorso di essere un ex, per quanto concerne le defezioni che purtroppo si sono accumulate, sono cose che possono capitare. Abbiamo giocatori che possono fare in pieno quello che si deve fare, massima fiducia in tutti i componenti della rosa. Guilherme, per esempio, mancava anche domenica, se recuperiamo Kone del tutto vediamo se potrà essere utile almeno dalla panchina. Adana vive molto intensamente la partita, ha bruciato anche energie mentali perché vive intensamente le gare: in settimana lo abbiamo gestito. Dispiace, ma una squadra matura deve saper gestire queste situazioni. Niente alibi, dobbiamo essere bravi anche in queste situazioni “.

Dal punto di vista psicologico come ha trovato la squadra?
“Godiamoci la vittoria, ha creato entusiasmo, ma una squadra matura anche in questo caso deve essere brava nel capire che la gara con la Juve è da mettere lì. Ho tenuto alta l’attenzione, non dobbiamo cullarci di quanto fatto, anche se la vittoria è stata roboante”

La prima nel nuovo stadio, qualche emozione particolare?
“Non si vuole sbagliare per la classifica e per la nostra gente: vogliamo regalare ai tifosi una bella prestazione, il risultato è figlio di questo aspetto. Contro una squadra complicata, il Palermo mi piace, è camaleontica, viene da un ottimo campionato. Noi vogliamo esordire bene”

Le polemiche sullo stadio hanno intaccato la squadra?
“No, assolutamente”

Come vede il Palermo?
“Hanno perso Dybala, è importante: però hanno Gilardino, ritengo che possa fare il campionato dello scorso anno: Abbina qualità a quantità”

Thereau meglio dietro a Zapata o vice versa?
“Gi attaccanti in fase di non possesso dovranno lavorare in una certa maniera, poi negli ultimi trenta metri l’attaccante in fase di possesso si dovrà cercare la posizione giusta. Noi abbiamo concetti ben precisi per sviluppare la manovra, le punte devono metterle in pratica”

Merkel, è la volta buona?
“E’ un candidato, anche Marquinho sta crescendo di condizione: certamente il tedesco è una candidato: Secondo me è un bon giocatore, se non avesse avuto queste qualità non avrebbe giocato in Champions, poi si è perso un po’, ci ho parlato: secondo me ha qualità importanti, ma fino per quello che ho visto è stato impeccabile”

Fernandes sembra trovarsi meglio quest’anno?
“Nel calcio ci sono due fasi. Il futuro dipende da lui, io non regalo nulla a nessuno. Non guardo l’età, se continua così non ci sono problemi”

Zapata adesso come sta?
“E’ migliorato come condizione sicuramente, immagino che non ia ancora al 100 per cento. Ha giocato pochissime partite, domani giocherà al 100 per cento fino a che ne avrà. Non è al top, come tutti”

Mercato, si attende qualcosa? Carmona?
“(Sorride, ndr). L?ho allenato, ma non  ho fatto pressioni. La società è vigile e attenta, se dovesse capitare l’occasione…Forse l’Atalanta ha chiesto a noi un giocatore”

La sosta serve?
“Servirà a mettere benzina e aiuterà a mettere a posto che è indietro di condizione. Servirà  tutti per far crescere chi è in ritardo”

Iturra sarà confermato?
“Era una gara diversa quella di Torino, ma ha fatto una buona partita. Dovremo fare qualcosa di più, Iturra e Pinzi si somigliano molto, partiremo con il cileno”

[youtube youtubeurl=”DOqV6gtMNC4″ ][/youtube]

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy