Collovati: Manca qualità e quindi si tende più a distruggere che a costruire

Collovati: Manca qualità e quindi si tende più a distruggere che a costruire

Fulvio Collovati sta seguendo molto da vicino le vicende bianconere. E anche lui è tra quelli che afferma che anca il gioco ancora a questa squadra, attesa da una doppia trasferta con Milan e Inter. ” Mi verrebbe da dire che è messa peggio l’Inter, ma l’arrivo di Mancini ha riportato un po’ di entusiasmo nell’ambiente e l’aspetto psicologico nel calcio conta parecchio. Derby  povero? Abbastanza, del resto la classifica parla chiaro. Le due squadre si equivalgono in questo momento e il pareggio è stato il risultato più giusto”.

Per l’Udinese il discorso è diverso: ” Rispetto alle milanesi la formazione friulana è in linea con i programmi di inizio stagione. L’Udinese era partita molto forte, ma il terzo posto raggiunto nelle prime giornate era forse troppo visto il potenziale della squadra.  Il centrocampo? Nel calcio di oggi è un problema che accomuna molte squadre. Manca qualità e quindi si tende più a distruggere che a costruire. L’Udinese ha la fortuna di riuscire, un un modo o nell’altro, a trovare il gol grazie al solito Di Natale”, afferma al Messaggero Veneto.

Il problema è il numero di attaccanti: “Questo è un problema, anche perchè Muriel continua a non dare garanzie. Io non mi rassegno mai, non l’ho mai fatto neanche da calciatore, ma questo ragazzo, nel quale credo molto, continua a non rispondere alle sollecitazioni di società, allenatore e piazza”.

Stramaccioni? “Ha vissuto un’esperienza difficile all’Inter, Udine mi sembra la soluzione ideale per rilanciarsi. É un tecnico giovane e preparato, bisogna dargli il tempo di lavorare per incidere. Non vince da cinque partite? Ci può stare. Torres?  Ha avuto le sue buone occasioni senza sfruttarle. Credo che in occasione della gara con l’Udinese scoccherà l’ora di Pazzini”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy