Dai Udinese, vogliamo rivederti grande

Dai Udinese, vogliamo rivederti grande

Commenta per primo!

Udinese-Milan non sarà sicuramente la sfida più interessante della giornata di campionato, ma alle 18 al Friuli si andranno ad affrontare due squadre smaniose di riscatto in una stagione avara di soddisfazioni per entrambe.
Il Milan è sempre il Milan, affrontarlo non è mai semplice, la squadra di Inzaghi è reduce dal pareggio nel derby in cui ha mostrato i soliti limiti tecnici e sempre i soliti difetti.
L’Udinese purtroppo non è che se la passi meglio, il pareggio ottenuto a Verona contro il Chievo non ha risolto i problemi, anzi ha destato ancora più dubbi e perplessità maggiori rispetto alla sconfitta interna contro il Palermo.
La squadra bianconera è in una fase di preoccupante involuzione, in questa stagione non è mai riuscita a trovare quella costanza di rendimento necessaria per ambire a qualcosa in più della salvezza, obiettivo in ogni caso raggiunto con largo anticipo e, in un primo anno di un nuovo ciclo, è già un buon punto di partenza.
Nel commentare le partite dell’Udinese si rischia oramai di essere ripetitivi e di sottolineare sempre i soliti limiti di una squadra che nel momento in cui sembra essere sul punto di fare il famoso salto di qualità puntualmente cade ad un passo dal traguardo.
Dejan Stankovic, uno che non parla mai a vanvera, ha detto in settimana delle cose di una certa rilevanza sia sul momento della squadra sia sulle qualità di Andrea Stramaccioni. Dire che il tecnico dell’Udinese non ha esperienza come allenatore significa non conoscere la sua carriera o vuol dire essere prevenuti nei suoi confronti. Strama di gavetta ne ha fatta molta nelle giovanili prima di arrivare all’Inter e poi a Udine.
Tornando alla gara contro i rossoneri, va tenuto conto che l’Udinese contro gli avversari più blasonati ha sempre mostrato il suo lato migliore, il poter affrontare sia il Milan che l’Inter nell’arco di qualche giorno tra le mura amiche potrebbe significare rilanciarsi alla grande grazie a due prestazioni di spessore che farebbero dimenticare almeno in parte i momenti negativi della stagione.
Ripetendo la stessa prestazione offerta contro la Juventus o la Fiorentina ad esempio, i bianconeri avrebbero diverse probabilità di successo considerando pure l’avversario che non sembra imbattibile, anzi.
Sette partite per tornare a giocare da Udinese, quella vera, quella squadra che ambisce a tornare protagonista al più presto.
I tifosi stiano vicini alla squadra che almeno nell’arco dei 90 minuti merita solo sostegno e fiducia, poi ognuno giudicherà la prestazione dei bianconeri che, ne siamo sicuri, con Milan e Inter tireranno fuori dal cilindro due gare da vera Udinese, quella gagliarda e battagliera che vuole pure mister Stramaccioni. La squadra risponderà presente?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy