Dal campo agli spalti, derby da paura

Dal campo agli spalti, derby da paura

Sarà un derby acceso sul campo dove l’Udinese proverà il 4-3-3 contro un Verona in gran forma e che al ‘Friuli’ si gioca davvero la gara chiave della stagione. E sugli spalti si preannuncia spettacolo

Stefano Colantuono non si è sbilanciato sul modulo (“avrei voluto aspettare tempi migliori per provare il 4-3-3”), ma lo ha fatto su Di Natale che sarà al centro dell’attacco.
E siccome nel 3-5-2 il capitano ha stentato ultimamente, siccome in settimana si è provata sempre la difesa a quattro, il segreto di Pulcinella è presto svelato.
Col Verona l’Udinese cambia pelle, ma attenzione ai trabocchetti tattici.

Karnezis ultimo baluardo con davanti Piris, Danilo, Felipe e Armero. In mediana Badu, Guilherme e Kuzmanovic; davanti Fernandes, Thereau e Di Natale.

Un 4-3-3 ‘sporco’ perché Armero non è proprio un terzino alla Maldini e Fernandes non è proprio una punta alla Paolino Poggi.
Questi due elementi potrebbero essere l’ago della bilancia: se il 4-3-3 ingrana avanti tutta, altrimenti gli spostamenti per tornare a un 3-5-2 o al massimo a un 4-4-2 sono minimi.

CAMPO Attenzione all’incognita campo pesante: è piovuto tutta la notte, il  manto erboso è stato coperto ovviamente, ma se piovesse tutto il giorno ci sarebbe un campo come quello col Bologna, viscido e non facile per una squadra che deve attaccare palla a terra per sfruttare al meglio le sue caratteristiche. Il campo bagnato vale anche per il Verona, ma quando devi colpire in contropiede potrebbe venire meno difficoltoso.

VERONA Per Delneri pochi dubbi sull’undici da mandare in campo: 4-4-2 solido e che copre tutte le zone per non lasciare superiorità agli avversari. Ma attenzione alla fase di possesso dove le ali si alzano e si può avere anche un 2-4-4, senza mai scoprire troppo la mediana, il vero ago della bilancia del gioco gialloblu.
La formazione: Gollini tra i pali; Pisano, Bianchetti, HelanderFares in difesa; Wszolek, Ionita, Marrone, Rebic in mediana; i due vecchietti d’oro Toni e Pazzini davanti.

TIFO Sarà che derby sugli spalti: La Curva Nord ha chiamato a raccolta i tifosi bianconeri. Sarà tutta esaurita e farà un gran tifo per sostenere l’Udinese fino al 9′. Poi se il risultato non sarà all’altezza potrebbe anche partire una contestazione visto che il clima in casa friulano non è di certo idilliaco.
Saranno 2,300 senza se e senza ma quelli dell’Hellas. Anche per loro una curva intera, la Sud e anche loro permettono un tifo scatenato per spingere la squadra di Delneri in un’impresa che riaprirebbe i giochi salvezza e spingerebbe verso l’interno i rivali friulani.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy