Dall’Atalanta all’Atalanta: l’Udinese ha dilapidato un patrimonio

Dall’Atalanta all’Atalanta: l’Udinese ha dilapidato un patrimonio

A fine andata, dopo la vittoria sull’Atalanta (e la sconfitta col Carpi) l’Udinese chiudeva a 24 punti, più nove sulla terzultima. Oggi, invece, è terzultima nel ritorno con soli 14 punti presi.

Commenta per primo!

L’Udinese contro l’Atalanta all’andata chiuse di fatto il girone d’andata a 24 punti. Poi ci fu il Carpi, la spiegazione però fu un episodio dovuto alla rincorsa che avevano compiuto i bianconeri allora allenati da Colantuono.
A 24 punti qualcuno iniziava già a pensare all’Europa, di certo comunque nessuno avrebbe pensato alla retrocessione. Del resto i bianconeri erano dodicesimi al giro di boa, addirittura a più nove dal Frosinone allora terzultimo. E a dieci punti di distanza dalla Roma quinta.

La classifica del ritorno

Sembra passata un’eternità. Dall’Atalanta all’Atalanta il mondo (bianconero) si è capovolto: il ritorno dell’Udinese è stato un incubo, attualmente la squadra di De Canio è terzultima a 14 punti a pari merito (o demerito) col Palermo, che ai bianconeri ha preso sei punti. Ultimo l’Empoli a 13. Il Verona, già retrocesso, ne ha 17. Il Carpi addirittura 21, il Frosinone 16. E’ stato dilapidato un patrimonio, ma soprattutto in termini di gol c’è un deficit importante. 18 gol fatti e 27 subiti a fine andata, 15 fatti e già 30 subiti oggi.

Dall’Atalanta all’Atalanta: con la consapevolezza che oramai di esami di riparazione non ce ne sono più.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy