Dall’Inghilterra: «Watford, documenti bancari falsi. Indagata la famiglia Pozzo»

Dall’Inghilterra: «Watford, documenti bancari falsi. Indagata la famiglia Pozzo»

Secondo le notizie riportate dai media britannici, il club inglese è accusato di avere presentato false garanzie bancarie alle autorità calcistiche d’Oltremanica

Commenta per primo!

Guai per la famiglia Pozzo dall’Inghilterra, secondo quanto ripreso da Gazzetta.it dal Telegraph.

La English Football League (EFL) inglese, infatti,  ha aperto un’inchiesta sul Watford. Secondo le notizie riportate dai media britannici, il club di proprietà della famiglia Pozzo è accusato di avere presentato false garanzie bancarie alle autorità calcistiche d’Oltremanica e rischia sanzioni che vanno da una maxi-multa a una penalizzazione.

La pagina del Telegraph
La pagina del Telegraph

Non è la prima volta che i Pozzo sono sotto al lente, come ricorda l’articolo.  Nel dicembre 2014 la polizia finanziaria italiana ha perquisito sia la casa di Giampaolo e gli uffici dell’Udinese. Anche nel febbraio scorso un’altra indagine.

lettera banca-U2021820495618OD-U170576541957yhF-350x524@Gazzetta-Web_articoloA
d essere finita sotto la lente d’ingrandimento è una lettera dalla “dubbia” validità (quella nell’immagine di fianco, pubblicata dal The Telegraph): fabbricata per apparire come prodotta dalla HSBC, una delle banche più importanti al mondo, il documento è stato presentato alla EFL poco prima dell’inizio della stagione 2014-2015, quella che è valsa poi la promozione in Premier League degli Hornets. “Il club è stato formalmente contattato dalla EFL – dichiara la federazione inglese – ed è stata richiesta la presentazione di una completa documentazione. Una volta che avremo ricevuto risposta, si prenderanno in considerazioni i provvedimenti e le sanzioni che il regolamento eventualmente prevede”.

RISCHIO PENALIZZAZIONE  A far paura è il caso Chesterfield, la squadra a cui vennero contestate nel 2001 delle irregolarità nel bilancio e che si ritrovò penalizzata di ben 9 punti. La dirigenza del Watford nel frattempo ha precisato: “Ci sono delle indagini in corso: ci sembra quindi inappropriato fare dei commenti prima che le stesse giungano al termine”.

LA NOTIZIA SU SKYSPORT UK

LA NOTIZIA SULL’EVENING STANDARD

LA NOTIZIA SUL DAILY MAIL

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy