De Canio: “Ci sono assenze, ma non cambia la mentalità”

De Canio: “Ci sono assenze, ma non cambia la mentalità”

Mister De Canio alla vigilia di Samp-Udinese, dopo una settimana caratterizzata anche dal ‘caso Di Natale’. Mancherà anche Badu, Felipe in forse: “Ma non cambierà il modo di pensare la partita, semmai chi subentrerà a questi giocatori avrà l’opportunità di dare il suo contributo”

Commenta per primo!

Gigi De Canio si presenta in conferenza stampa prima della partenza per Genova: “Cercheremo di interpretare la sfida così come fatto nelle altre due partite precedenti. Ci siamo preparati per questo, ora vogliamo dare continuità. Questo è l’obiettivo che mi sono posto da quando sono arrivato“.

Mancano però alcuni elementi, come Di Natale e Badu: “Un conto è fare allenamento senza provare l’impatto col pallone, un conto è farlo con la palla e l’avversario. Badu sente di non essere nella condizione di offrire la migliore prestazione, quindi, me lo ha fatto presente. Per Felipe decideremo all’ultimo. Piris in preallarme? Fare nomi significa sminuire qualcuno. Ho le idee chiare in generale, se qualche dubbio mi si presenta, per onestà sento il dovere per il rispetto dei giocatori di considerare qualsiasi situazione, anche in virtù delle caratteristiche dell’avversario. Non dò favoriti rispetto ad altri“.

Mentre su Di Natale specifica che “secondo me non è un argomento da portare avanti. Coerentemente vado avanti col mio lavoro e faccio le scelte in maniera adeguata“.

Nelle ultime gare si sono usati sia il 3-5-2 sia il 3-4-1-2, a Genova cosa attendersi? De Canio spiega che “l’essenza sia sempre stata la stessa, il dettaglio è stato determinato dalla tipologia di avversario. Abbiamo semplicemente modificato alcune cose. Due di questi tre centrocampisti non saranno in campo, necessariamente avremo un centrocampo funzionale alle caratteristiche dei calciatori. Ma non cambierà il modo di pensare la partita, semmai chi subentrerà a questi giocatori avrà l’opportunità di dare il suo contributo. Conto molto su queste motivazioni, per me sono il sale della partita. Thereau dietro le punte? Sarebbe un cambio dove non se siamo pronti a questo atteggiamento. Comunque ogni modulo ha i suoi punti di forza, poi è l’atteggiamento che fa la differenza. “.

Sui sostituti spiega poi che senza Bruno, “non ho ancora la conoscenza approfondita di tutti i calciatori. Ho avuto poco tempo per valutarli, ma sin dall’inizio ho detto che avrei ricreato una situazione di normalità, senza tanti cambi. Edenilson, per esempio, non so se sappia giocare in mezzo al campo, è molto bravo sulla fascia. In messo non l’ho mai testato. Mi piace l’idea di un giocatore veloce in mezzo, ma serve saperci stare, gestendo la palla e i momenti. L’allenatore guarda all’allenamento, poi scommette sul calciatore, ma oggi sono sereno e tranquillo perché l’attenzione e l’abnegazione è totale: in campo cercheranno di afre quello che han fatto finora”.

Sul discorso continuità, De Canio aggiunge che “so che si possono correre questi rischi, quando una squadra viene da momenti di difficoltà. A inizio settimana avevo anche io questa preoccupazione, ma dopo aver visto l’impegno della squadra questa paura non c’è più. Aggiungo anche che chi aveva preso male alcune mie scelte in allenamento, poi tutti si sono messi a disposizione per mettermi in difficoltà. Non  c’è uno solo che si risparmi e che si fermi. Sotto questo profilo sono sicuro, poi per me è importante mettere i calciatori ognuno nel proprio ruolo per dare il meglio delle loro possibilità”.

Infine una battuta sulla Samp: “Andiamo in campo per dare continuità di risultati per arrivare a una classifica più adeguata al valore di questi ragazzi. Mi aspetto quindi una partita contro una squadra con ottime qualità, con una classifica inferiore alle potenzialità e che voglia approfittare il turno interno per allontanarsi dalla zona calda, che è quello che vogliamo noi. Quagliarella o Muriel? Temo entrambi. Muriel mi chiedevo come mai non sia ancora esploso, ma ad oggi non ha ancora espresso tutto il suo valore, Quagliarella è affermato, in tanti anni ha dimostrato il suo fiuto della rete e la capacito di trovare gesti tecnici molto belli”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy