De Canio: “Fa piacere tornare e ottenere un risultato così”

De Canio: “Fa piacere tornare e ottenere un risultato così”

“L’Udinese deve fare i punti per salvarsi, deve lottare sempre così contro qualsiasi avversario”, ha detto De Canio dopo la superba vittoria sul Napoli

Commenta per primo!

le prime parole di Gigi De Canio arrivano da Sky Sport, implementate poi in conferenza stampa:  “L’Udinese deve fare i punti per salvarsi, deve lottare sempre così contro qualsiasi avversario. Abbiamo messo tre punti importanti in cascina. Per quel che mi riguarda dopo due anni di inattività, mi fa piacere tornare ed ottenere un risultato di questo tipo contro una grande squadra. Comunque non è la mia vittoria più bella. E’ importante e dà fiducia a me e ai giocatori che avevano bisogno di questa prestazione. Questa è la strada per togliersi dalla bassa classifica e raggiungere risultati più consoni a questa squadra. Il risultato non viene solo per il nome o per le qualità che hai, ma viene attraverso il piacere di giocare, la voglia di sacrificarsi. E’ la prestazione che mi fa ben sperare e rafforza il lavoro svolto. Ora abbiamo sette gare da giocare, partite difficili, dobbiamo dimostrare di essere sulla strada della crescita continua. La sosta è stata utile, ma più utile è stata la disponibilità dei giocatori, vanno riconosciuti a loro i meriti”.

Sulla scelta di escludere Di Natale continua spiegando che “non volevo creare nessuna polemica, non sono arrabbiato con Di Natale. Nessuno è stato messo fuori rosa, ho dato solamente degli imput alla squadra. Non sono in guerra con nessuno e ho grande rispetto per chi ha segnato 200 gol. Anzi se Di Natale si allena con la squadra potremo fare ancora meglio, ma c’è bisogno della disponibilità che la squadra ha mostrato oggi. In queste due settimane non si è mai allenato in gruppo, credo che un tecnico debba avere coerenza per farsi rispettare. Gioca chi si allena, quindi spero che Di Natale e Domizzi vogliano mettersi a disposizione e li aspetto da martedì in allenamento. Non c’entra nulla aver vinto o perso, ho escluso solo chi non offriva la condizione migliore per offrire la prestazione”.

Poi le scelte tattiche che hanno annientato il Napoli“Badu ha avuto un periodo di appannamento, ma oggi mi serviva un giocatore con la sua esplosività per contenere il Napoli. Non pensavamo di difenderci soltanto, le partite mi piace giocarle. La squadra mi ha seguito sul piano delle motivazioni. Contro una squadra che palleggia bene devi avere un livello di attenzione elevato e stringere le traiettorie centrali. In questo modo i ragazzi si sono applicati, poi hanno avuto fiducia in quello che gli dicevo, di attaccare la profondità, di non ricevere solo palla sui piedi e credo che meritatamente abbiano ottenuto il giusto premio. Abbiamo tirato in porta più volte avendo l’attacco più anemico del campionato, per cui a livello di auto stima è davvero importante”.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy