De Canio: Risollevato squadra depressa.

De Canio: Risollevato squadra depressa.

Gigi De Canio, il ‘day after’ della splendida vittoria dell’Udinese sul Napoli è intervenuto a Radio Anch’io

Commenta per primo!

E’ l’uomo del giorno. Gigi De Canio dopo che la sua Udinese ha strapazzato il Napoli è al centro dell’attenzione nazionale. “Il pensiero era rivolto solo alla classifica traballante, che dovevamo puntellare. Abbiamo dovuto mettere in campo tutte le motivazioni di una squadra che in passato ha sempre stupito in campionato: sia con Guidolin, col sottoscritto, e con Spalletti, ha sempre avuto nel suo Dna queste partite“.

Il tecnico spiega cosi’, ai microfoni di ‘Radio Anch’io Sport‘, su RadioUno, il successo nell’anticipo di mezzogiorno di ieri dell’Udinese contro il Napoli, secondo in classifica. Tre punti che permettono ai friulani di fare un bel passo in avanti verso la salvezza. “Ho cercato di risvegliare nei ragazzi questo spirito e la volonta’ di stupire per migliorare la classifica e ci siamo riusciti: incontrando una grande squadra le motivazioni vengono da sole“, sottolinea soddisfatto De Canio, chiamato a prendere il posto di Colantuono sulla panchina bianconera per il rush finale.

Prima di ieri, anche da ‘semplice’ osservatore, De Canio aveva studiato a fondo la squadra di Sarri: “Il Napoli, giocando un bel calcio, e’ sempre piacevole da vadere. Ma per quanto si possa studiare una squadra, vince sempre chi fa meglio in campo cio’ che sa fare. L’Udinese e’ stata aggressiva quando gli avversari avevano palla, rimanendo compatta in fase difensiva e credendo nella propria capacita’ di fare gol. Poi gli accorgimenti tattici li facciamo noi come gli avversari e stavolta l’Udinese, complici anche queste motivazioni, ha alzato il livello di attenzione, facendo bene cio’ che sa fare“.

Anche in casa Udinese sembra nato un ‘caso Totti’: Toto’ Di Natale, il bomber per eccellenza, non e’ stato nemmeno convocato. “Ho il massimo rispetto per ogni calciatore e a maggior ragione per quelli come lui, di talento. Ma quando sono arrivato, rendendomi conto della condizione della squadra, ho chiesto a tutti un atteggiamento come quello dimostrato contro Sassuolo e Napoli”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy