De Canio: “Se vinciamo non siamo salvi, se perdiamo non siamo retrocessi

De Canio: “Se vinciamo non siamo salvi, se perdiamo non siamo retrocessi

La gara col Napoli per De Canio è importante, ma no n è decisiva in ogni caso: “La salvezza dobbiamo guadagnarcela domenica dopo domenica, l’immediato può dire poco.”

Commenta per primo!

Subito sotto i riflettori: l’arrivo di Gigi De Canio a Udine già nella gara col Sassuolo aveva suscitato curiosità nei media nazionali, ora che la sua Udinese affronta il Napoli è lui il tecnico del momento, colui che deve fermare l’unica vera anti Juve del campionato. “Metterò due tir davanti alla porta” avrebbe detto a un giornalista partenopeo. Una battuta che ha subito fatto il giro d’Italia. “Se vincessimo non saremmo salvi e se perdessimo non saremmo retrocessi – ha invece detto a Mediaset Premium -. La salvezza dobbiamo guadagnarcela domenica dopo domenica, l’immediato può dire poco. Dobbiamo migliorare prestazioni e modo di stare in campo, recuperando autostima, fiducia e consapevolezza nei nostri mezzi. Il Napoli è una squadra forte in tutti i reparti, ha molti campioni e gioca bene come collettivo. Servirà una prova super da parte nostra e ci stiamo preparando per questo.  La partita con il Sassuolo ha dato fiducia un po’ a tutti, utile per ripartire, anche se il Napoli sarà una montagna difficilissima da scalare“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy