Delneri non cerca alibi: “Oggi non ci siamo piaciuti”

Delneri non cerca alibi: “Oggi non ci siamo piaciuti”

A fine gara il tecnico analizza la sconfitta con il Chievo e sottolinea: “Dobbiamo lavorare e meglio. Tuttavia abbiamo concesso poco agli avversari”

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Davanti al “suo” Chievo la sconfitta brucia ancora di più. Gigi Delneri fatica a digerire la sconfitta di questa sera allo stadio Friuli. L’Udinese voleva iniziare la stagione con un risultato positivo e invece si ritrova già a “rincorrere” dopo i primi 90 minuti della serie A 2017-2018. Qualcosa è andato storto e c’è già da lavorare in vista della prossima gara, che si giocherà domenica (sempre alle 20.45) allo stadio Paolo Mazza di Ferrara contro la neo-promossa Spal.

Ci sono delle scusanti, ma dobbiamo migliorare – le parole del tecnico in conferenza stampa -. Dobbiamo lavorare e meglio, perché i tifosi siano contenti. Dispiace per il risultato, meritavano ben altro. Oggi leggevo che solitamente una vittoria all’esordio porta male e il contrario in caso di ko, speriamo allora che porti bene (sorride, ndr). La realtà è che non ci siamo piaciuti“. Delneri poi si sofferma sul match: “Abbiamo concesso poco. Loro giocano bene, fraseggiano bene e ti mettono in difficoltà. Noi abbiamo concesso due tiri, sicuramente dovevamo essere più bravi sull’1-1. Dobbiamo imparare a stare meglio in campo. Ho sempre avuto rispetto per il Chievo, è una squadra che si salva ogni anno. Giocano bene. Il campionato comunque é lungo. Un punto in più o un punto in meno non spostava il mio pensiero sulla mia squadra. Questa sconfitta sarà da sprone per andare avanti. Il Chievo? Lotterà per il 10°-11° posto, potrà sicuramente fare meglio dello scorso anno“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy