">

Delneri soddisfatto della prestazione: “Ci è mancato solo il gol”

Delneri soddisfatto della prestazione: “Ci è mancato solo il gol”

Il tecnico bianconero in mixed zone: “Abbiamo pagato le tante assenze, ma l’aspetto più importante è che abbiamo creato 8-9 occasioni da rete”

" data-original-mobile="http://images2.gazzanet.gazzettaobjects.it/wp-content/uploads/sites/35/2017/02/Udinese-Delneri-pre-Fiorentina-4-320x214.jpg?v=" alt="" />

Una sconfitta indolore. L’1-2 incassato questa sera dall’Udinese allo stadio Friuli per mano dell’Az Alkmaar non ha lasciato “scorie”. La preparazione non è ancora ultimata e la squadra ha comunque risposto positivamente sul campo. Questo il pensiero di Gigi Delneri: “Siamo in fase di preparazione, non siamo molto lucidi in zona gol. Abbiamo prodotto molto e rischiato niente… Abbiamo pagato le tante assenze, soprattutto quelle a centrocampo. Abbiamo tenuto bene il campo, la squadra è in netta crescita dall’inizio della preparazione, quindi abbiamo fatto una buona gara second me. Abbiamo concesso all’Az, sesta forza del campionato olandese, zero occasioni e loro ci hanno concesso 8-9 palle-gol ma noi non siamo in grado di concretizzare in questo momento, però l’auspicio futuro è che dobbiamo continuare a costruire così e riuscire a concretizzare“.

Il tecnico enfatizza il gruppo, non i singoli:”La squadra ha lavorato bene, mancando le alternative. Diversi giocatori si sono dovuti sacrificare parecchio, c’è stato un dispendio di energie importante“. Energie che andranno recuperate in vista dell’impegno in Coppa Italia previsto tra sette giorni allo stadio Friuli contro la vincente di Pisa-Frosinone. In cosa l’Udinese dovrà migliorare? Delneri risponde così: “Bisogna fare gol. Non vedo dove debba migliorare questa squadra. Oggi ha fatto tutto quello che doveva fare, non ha concesso niente. L’unica cosa che dobbiamo migliorare, ma è un fattore di crescita, è negli ultimi metri. Un po’ la sfortuna, un po’ la mancanza di lucità, vedi i pali e le traverse colpiti… Comunque siamo soddisfatti di quello che stiamo facendo. Dobbiamo recuperare gli assenti come Barack, Samir, Jankto, Hallfredsson… Stiamo cercando di lavorare con quelli che abbiamo che stanno dimostrando grandi applicazione e attenzione. Bajic? E’ appena arrivato, più di così non poteva fare. Non volevo farlo giocare, ma per presentarlo al pubblico era giusto schierarlo per alcuni minuti. Non era in condizioni ottimali per poter scendere in campo”.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy