Di Natale: “A Udine forse non c’è spazio per gli ex “

Di Natale: “A Udine forse non c’è spazio per gli ex “

“Delneri è bravo, stanno facendo benino, Thereau è ancora in palla. Mi dispiace per Lodi, ma a gennaio ripartirà”.

Commenta per primo!

Lo ha già dato, oggi lo ribadisce. Nessun incarico da dirigente per Di Natale all’Udinese:  “Le chiedo una cosa: a parte Carnevale, ha visto altri grandi ex bianconeri avere un posto in società all’Udinese? No. Nessuno lavora lì. I protagonisti sono loro. E forse non c’è spazio per gli ex che, invece, in altri club lo trovano“, afferma senza mezzi termini alla Gazzetta.  “A me piace scoprire i giovani, ho quel fiuto, capisco se uno ha talento o può diventare giocatore. E’ quel che già faccio con la mia Donatello, dove vinciamo e cerchiamo di mandare in alto qualche ragazzo. Uno, Brik, fa bene alla Fiorentina, abbiamo una buona collaborazione con l’Inter. Ma non è l’unica cosa che voglio fare: penso di essere utile come uomo spogliatoio, vedo che nei club c’è bisogno di gente come noi che al calcio ha dato tanto“.

Nessun ripensamento quindi:  “Se c’è una bella partita benefica vado, ma non ho più giocato, neppure con gli amici. Preferisco tennis e, semmai, golf. Non ne ho avuto voglia, e non ne sento mai lo stimolo, neppure guardando le partite. Mi sveglio alle 7 e mezzo sono già in movimento. Seguo le mie attività immobiliari e seguo tanto calcio, anche quello di mio figlio Filippo, con un po’ più di attenzione”. Il calcio lo guarda in tv “Tanta Premier. Ma anche serie B. Sono andato a trovare gli amici, Fusco a La Spezia, ho visto la Roma, andrò da Marino a Frosinone e da Giaretta ad Ascoli. Ma guardo sempre l’Udinese in tv”.

E sull’Udinese ha le idee chiare:  “Delneri è bravo, stanno facendo benino, Thereau è ancora in palla. Mi dispiace per Lodi, ma a gennaio ripartirà“.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy