Di Natale, decisioni rimandate

Di Natale, decisioni rimandate

Di Natale continua ad allenarsi a parte, per cui con la Samp di Quagliarella e Montella potrebbe non essere convocato. Ma nel prossimo futuro potrebbero proprio esserci loro. Ma le ipotesi sono anche altre, probabilmente tutto verrà discusso la prossima settimana nell’incontro tra le parti

Commenta per primo!

Nessun incontro tra le parti. Paròn Pozzo, Bruno Carpeggiani e Totò Di Natale si sono dati appuntamento alla prossima settimana per discutere del futuro del capitano. Giovedì ci sarebbe stata solo qualche parola al telefono, con Totò che ha proseguito ad allenarsi per conto suo. Scelta, questa, che fa pensare che non sarà convocato nemmeno per la gara contro la Samp dei suoi amici Montella e Quagliarella.  Che potrebbero essere nel suo futuro: non è un mistero, infatti, che all’allenatore doriano piaccia avere Totò come collaboratore tecnico. Chissà che la reunion non possa davvero materializzarsi un po’ a sorpresa sotto la Lanterna.

Difficile, invece, immaginare un futuro all’estero per Di Natale, la famiglia probabilmente vuole rimanere in Italia, così anche il ritorno a casa a Empoli rimane un’ipotesi concreta.

L’incontro tra le parti  dirà molto di più: l’ipotesi di un futuro dirigenziale a Udine sembra distante, anche se l’amicizia tra il Paròn e il giocatore può cambiare le cose. Ma che ruolo avrebbe? A Di Natale, non è un mistero, piace lavorare con i ragazzini, per cui eventualmente la sistemazione in Friuli sarebbe in quest’ottica.

Per ora c’è questo distacco: Totò non può dare di più di quello che sta dando e ha cercato di dare in questa tribolata stagione. Ma De Canio sta lavorando per la salvezza e per portare uguaglianza nello spogliatoio, per questo ha chiesto al giocatore di allenarsi col gruppo. Non c’è un caso, ma solo l’esigenza di avere tutti sott’occhio per fare le giuste valutazioni.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy