Di Natale, un biglietto per la storia

Di Natale, un biglietto per la storia

Il gol di Totò Di Natale è stata l’unica nota positiva per l’Udinese contro il Palermo: il capitano bianconero ha raggiunto quota 204 reti in Serie A, ad una sola distanza da Roberto Baggio (11 reti lo dividono da Giuseppe Meazza e José Altafini). E domenica contro il Chievo trova una delle squadre da lui favorite per segnare: contro i clivensi ha segnato la rete numero 200 all’andata, sempre contro i ‘muli volanti’ nel 2013 ha messo in rete uno dei gol più belli mai fatti nel campionato italiano (guarda qui).

Proprio all’andata il suo piede d’oro fu celebrato dal suo sponsor, l’Asics, che ha realizzato una scarpa speciale, un modello personalizzato sulle  GEL-Lethal Tigreor 7, sulla cui tomaia è stata ricamato il numero 200 accanto alla scritta Totò 10. “Fin da quando è stato lanciato sul mercato italiano, il modello Lethal Tigreor è stato calzato da Totò, accompagnandolo negli anni della sua consacrazione”, ha ricordato Luca Bacherotti, Amministratore Delegato di ASICS Italia.

Ora Baggio è a un passo: e mentre si discute sul futuro, Di Natale rimane la certezza per il presente. ‘Se sta bene, lui gioca sempre’ ha detto qualche giorno fa Andrea Stramaccioni, del resto per adesso rimane il bomber assoluto: anche in questa stagione dove l’attacco latita, ha siglato 11 reti (settimo in classifica marcatori) ed è capocannoniere di Coppa Italia con 5 gol.

Col Chievo ha già segnato 9 reti in carriera: tutti indizi che portano a domenica. A un girone di distanza Di Natale potrebbe staccare il biglietto per la storia, aiutando magari – come spesso accaduto – l’Udinese a uscire dalla palude delle ultime due gare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy