Edenilson, Insua, Perotti e una partita particolare

Edenilson, Insua, Perotti e una partita particolare

Udinese – Genoa è anche una strana storia di incroci mancati. Il primo della lista è Diego Perotti, il colpo mancato dei Pozzo per il loro Watford. L’esterno offensivo del Genoa a fine giugno ha rifiutato il trasferimento in  Premier League nelle fila degli Hornets,  che avevano trovato l’accordo con il club rossoblù per circa 7 milioni di sterline.

Emanuel Insua dall’altra parte ha rifiutato il Genoa dopo aver svolto le visite mediche sotto la Lanterna. Il giocatore era stato parcheggiato al Granada dove non trovava più spazio, i Pozzo avevano pensato di dirottarlo proprio al genoa, ma alla fine tutto è saltato e l’ex Boca si è trovato di conseguenza a Udine.

Altro ‘caso’ è quello di Edenilson, il brasiliano che a Udine sembra essersi rattristato in queste prime giornate di campionato, non riuscendo a dimostrare quanto faceva a Genova. Da dove non voleva andarsene, come disse lui stesso il 4 aprile scorso: “Mi piacerebbe restare al Genoa, la mia famiglia sta bene qui e non mi piace molto cambiare sempre squadra. Un altro anno lo farei volentieri, magari affrontando anche l’avventura in Europa League. In ogni caso ringrazierò sempre l’Udinese per avermi portato in Italia e per avermi dato la possibilità di mettermi in mostra”. A giugno tornò in Friuli.

Gli intrecci sono anche più profondi quando parliamo di club. Il vice presidente del club bianconero, Stefano Campoccia, fu  il traghettatore del club rossoblù nelle mani di Preziosi. Il quale con i Pozzo ha stretto alleanze strategiche in Lega Calcio. La ripartizione attuale dei diritti tv porta la loro firma.

Per tutti loro, per un motivo o l’altro, Udinese – Genoa non sarà una partita normale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy