Empoli per la tranquillità, Udinese per capire la sua dimensione

Empoli per la tranquillità, Udinese per capire la sua dimensione

Empoli-Udinese è una gara dove i toscani vogliono allungare per la salvezza, ma dove l’Udinese – anche visto l calendario – non può permettersi di non essere concentrata

Commenta per primo!

Una squadra, l’Empoli, alla ricerca dei definitivi punti che la distanzino dalle ultime tre, l’altra, l’Udinese, che cerca una sua dimensione.Questa è Empoli-Udinese che al  Castellani solo apparentemente può sembrare una gara scontata, senza grossi stimoli.

Martusciello non avrà a disposizione Diousse per squalifica e per il ruolo di play basso se la giocano Buchel e José Mauri, con questo favorito. In difesa è indisponibile Cosic, ma Costa tornerà titolare in mezzo alla difesa. Sempre in difesa Pasqual è in dubbio per un risentimento muscolare, così come Marilungo in avanti: sono pronti per sostituirli Dimarco e Pucciarelli. Sempre indisponibili Barba e Zambelli. Insomma un bel po’ di porblmeni ma anche un Saponara che all’Udinese sa far male: si muove tra le linee bianconere, non sempre ben allineate, sa far filtrare palloni che qualche giocatore distratto lascia perdere troppo superficialmente creando così l’occasione migliore per prendere un gol.

Per questo Delneri sta studiando un doppio mediano davanti alla difesa, con Hallfredsson e Fofana e Kums spostato davanti. Intanto Thereau e Widmer si sono allenati con sedute differenziate rispetto al resto del gruppo. Il francese ha svolto un lavoro personalizzato per il problema al ginocchio che lo affligge ormai da tempo ma dovrebbe tornare in gruppo e quindi a disposizione per la trasferta in casa dell’Empoli, altrimenti è pronto Perica che in settimana ha fatto capire che gli piacerebbe avere più spazio. Anzi, non escludiamo proprio un suo utilizzo comunque, magari al posto di Zapata al quale un turno di riposo può fare bene.. Lo svizzero, invece, prosegue il percorso di recupero dopo essere stato sottoposto all’operazione per la botta alla fronte rimediata contro l’Inter. Non ci sarà per un bel po’, al suo posto Faraoni che sta tornando ai livelli dell’Inter.

Una cosa è certa: all’andata i toscani meritavano molto di più, ma oggi è un’altra storia: l’Udinese ha un Delneri che sa bene i rischi dei cali di tensione per questo lavora a volte più sulla testa che sulle gambe.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy