Encomio per Di Natale al Comune di Udine: “Ho fatto la scelta più bella

Encomio per Di Natale al Comune di Udine: “Ho fatto la scelta più bella

Commenta per primo!

Screenshot 2014-12-11 16.56.16
Il capitano alla cerimonia con il sindaco Honsell
Come annunciato alle 12:30, Antonio Di Natale è stato ricevuto dal sindaco di Udine, Honsell, che gli ha consegnato una targa encomio “per il prestigio e il lustro portato alla Città attraverso gli straordinari traguardi sportivi che ha saputo conquistare con la maglia dell’Udinese”.Insieme con tutta la giunta comunale ha voluto dare un segnale di riconoscimento perché  “negli anni scorsi avevamo già conferito a Totò il sigillo della città – ha ricordato Honsell –, ma in questo caso abbiamo voluto celebrare le sue ultime grandi imprese con una dedica speciale per sottolineare ancora una volta il nostro orgoglio e la nostra riconoscenza per aver legato la sua fama a Udine scegliendo di restare sempre qui con la sua famiglia”. Screenshot 2014-12-11 16.56.08Di Natale, visibilmente emozionato ha risposto di essere “orgoglioso di questo riconoscimento da parte di una città che amo e in cui ho scelto di far crescere i miei figli – ha spiegato Di Natale –. Al di là della mia attività come calciatore a Udine sono impegnato anche con le mie scuole calcio, dalle quali spero che un giorno possa uscire un futuro campione friulano capace anche di superare le mie 200 reti nella massima serie. Ho rinunciato ai soldi per Udine, perchè nella vita ci sono altri valori. Ho fatto la scelta più bella che potevo fare, di questo ne sono certo. Questo è un riconoscimento molto bello, di cui sarebbero orgogliosi anche i miei genitori. Il segreto? la casa, i figli e la voglia di vivere. Io ringrazio Udine per quello che fa per la mia scuola calcio, il Donatello, e spero di regalare un friulano che un giorno diventi simbolo di questa città” Dopo la premiazione ha parlato con i giornalisti presenti confermando che per il contratto non ci sono problemi, l’obiettivo è continuare a divertirsi: “Non guardo a Totti, ma a me stesso. Finché avrò voglia di correre e di giocare e lo farò. Ora vorrei arrivare a Baggio, un grande campione e un grande uomo. Poi spero di festeggiare con lui questo ulteriore traguardo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy