Finita la gara, comincia la festa per Di Natale: “Grazie ai compagni e alla città”. Il saluto di Totti

Finita la gara, comincia la festa per Di Natale: “Grazie ai compagni e alla città”. Il saluto di Totti

Domizzi, Pasquale, ma soprattutto Di Natale celebrati a fine gara. Totò ostenta la maglia di Morosini, poi il giro del campo e l’arrivo in tribuna per i riconoscimenti

Finita la partita comincia la festa: per Maurizio Domizzi, per Giovanni Pasquale, ma soprattutto per Totò Di Natale. Che ha chiuso la carriera a Udine con 191 gol, 209 in Serie A, segnando proprio all’ultima giornata la seconda rete stagionale, quella che rimarrò nella storia assieme a tutte le perle che ha regalato in questi anni.

Abbracci commossi, striscioni, accompagnato dai figli Diletta e Filippo, per prima cosa ha ostentato la maglia di Piermario Morosini, anche questo è Di Natale. Che a fine gara ha parlato a Mediaset:  “Voglio ringraziare i miei compagni e la città, grandi emozioni in questi 12 anni. Parlerò con il presidente e la società e prenderò una decisione sul mio futuro. Il gol lo dedico ai miei familiari, ai miei compagni e ai miei tifosi

Spalletti nel video messaggio ha detto al capitano: “Ha mostrato i segreti del calcio, numeri da realizzatore di un bombare vero. Mi ritengo privilegiato ad averlo allenato, un fenomeno

Totti non manca nel saluto: “Un abbraccio e un saluto, purtroppo il tempo passa per tutti, questo è il calcio. Tu ne fai parte, ti auguro il meglio qualunque cosa tu faccia“.
Anche Buffon è vicino a Totò: “Ho sempre sentito la tua stima, e anche da parte mia c’è stato da sempre un apprezzamento nato per caso, conoscendoci e annusandoci e capendo che eravamo brave persone. E le brave persone si stimeranno per sempre anche se non si sentono spesso. Ma soprattutto sei stato un vero talento che poteva anche giocare nel Barcellona, in pochi ho riscontrato le tue qualità tecniche“.

Sanchez per Totò è stato il compagno più forte con cui abbia giocato: “Dico grazie per aver giocato con te ed aver imparato da te: per me sei il può forte con cui ho giocato, sei un campione, un abbraccio e forza Udinese. Totò, il Maradona dell’Udinese

Infine Guidolin, l’allenatore a cui Totò è più legato: “So che questa è l’ultima gara, mi dispiace, ma ora comincia una nuova vita che sono certo sarà bella come quella da calciatore. Sono orgoglioso di aver lavorato con te“.

Udinese Calcio v Carpi FC - Serie A Udinese Calcio v Carpi FC - Serie A Udinese Calcio v Carpi FC - Serie A Udinese Calcio v Carpi FC - Serie A Udinese Calcio v Carpi FC - Serie A Udinese Calcio v Carpi FC - Serie A

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy