Giacomini: l’Udinese non ha nulla da perdere

Giacomini: l’Udinese non ha nulla da perdere

Uno dei grandi ex di Milan-Udinese  è senza dubbio Massimo Giacomini: “Stavolta l’Udinese può sorprendere”, sono le sue parole in merito alla sfida di domenica.  «Credo che la squadra di Stramaccioni abbia fatto fatica in particolare quando si è trovata costretta alla vittoria – afferma al Messaggero Veneto -. E non è semplice, sia ben chiaro, soprattutto se si considera che non tutti i componenti della rosa hanno grande esperienza».

Tutta questione di modulo, il 4-4-2- convince: «Questo modulo tra settembre e ottobre ha funzionato. I 18 punti raccolti da Stramaccioni sono tutti meritati, anzi forse manca qualcosa. Penso alla gara con il Cesena, per esempio. Ora però si tratta di trovare gli equilibri, di piazzare in special modo i centrocampisti nella posizione più utile. Ma, tralasciando queste considerazioni tattiche, la squadra dovrà proporsi con lo spirito giusto: fa la differenza».

Manca però aggressività: «Devo chiarire: a volte non si tratta di un atteggiamento voluto. Per esempio: contro il Chievo nei primi 15-18 minuti la squadra non è stata incisiva, ha cercato di tessere una ragnatela che ha dato fiato agli avversari. E lo stesso è successo nella ripresa, con il vantaggio in tasca. La svolta è arrivata con un tiro dalla distanza e con i cambi».

Soprattutto l’attacco è corto come dice Stra,ma: «Sì, perché non mi riferivo soltanto alle sostituzioni bianconere: anche il Chievo ha messo in campo dei giocatori che hanno inciso sugli equilibri».

A Milano senza paura, quindi:  «Io so cosa vuol dire gocare a San Siro. Non è una partita come le altre. Ma puoi trovare dentro te un’energia inattesa. In fondo l’Udinese satvolta non ha nulla da perdere».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy