Giaretta: La rosa è almeno da decimo posto, ma è il campo che deve dimostrarlo

Giaretta: La rosa è almeno da decimo posto, ma è il campo che deve dimostrarlo

“Del mister non voglio parlare, perché l’allenatore deve lavorare e pensare tranquillo alla sfida con la Roma – afferma Giaretta a Laroma24.it – . Lavora bene tutte le settimane e vedo anche una certa coesione con il gruppo”

Commenta per primo!

Il Ds bianconero Cristiano Giaretta è tornato a parlare in vista della sfida tra Udinese e Roma, delicatissima per i bianconeri e soprattutto per Stefano Colantuono: “Del mister non voglio parlare, perché l’allenatore deve lavorare e pensare tranquillo alla sfida con la Roma – afferma a Laroma24.it – . Lavora bene tutte le settimane e vedo anche una certa coesione con il gruppo. Quindi non vedo neanche fratture in quel senso, però i risultati in questo momento non gli stanno dando ragione, ma lo spirito che vedo e il suo lavoro sono di grande sacrificio e spero che i risultati arrivino presto. No, obiettivamente non ci attendavamo una stagione così difficile. Reputo che la rosa sia superiore ai 30 punti in classifica che abbiamo oggi. Però dobbiamo fare di necessità virtù e farci autocritica, evidentemente sono stati commessi degli errori e dobbiamo recuperare la strada persa. Però reputo che la rosa dell’Udinese sia almeno da decimo posto, ma non bastano queste convinzioni, è il campo che deve poi dimostrarlo”.

Poi torna sul ritiro:  “Decisione condivisa anche con loro, sappiamo che questo è un momento delicato. Il ritiro qui a Udine non è una novità, nei momenti più difficili andiamo in ritiro per compattare e sensibilizzare il gruppo, perché il prossimo appuntamento è molto delicato e per questo abbiamo optato per il ritiro“.

Davanti una sfida a dir poco complicata: “La Roma è un avversario difficilissimo, però dobbiamo cercare in tutti i modi di strappare un risultato, non vogliamo partire battuti. Noi in questo momento abbiamo assoluto bisogno di punti dopo la brutta gara di Frosinone. Dovremo giocare al massimo delle nostre potenzialità a prescindere dall’avversario“.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy