Giaretta: ” Perica resta a Udine”

Giaretta: ” Perica resta a Udine”

Commenta per primo!

Il ds bianconero Cristiano Giaretta è stato l’ospite d’onore della trasmissione Udinese Tonight in onda su Udinese Channel e ha risposto ai vari quesiti che gli sono stati posti dagli ospiti in studio.

” In questa stagione non siamo mai riusciti ad avere la giusta continuità, è un aspetto sul quale il mister sta lavorando moltissimo. La gara di Roma è stata impostata molto bene, ce la siamo giocata fino in fondo, dobbiamo crescere, di amnesie ne abbiamo avute fin troppe. La classifica non ci aggrada, non ci rende particolarmente contenti”

Su Stramaccioni aggiunge: “A prescindere dalle montagne russe che il campionato ci ha imposto, l’allenatore ha sempre sentito il nostro  sostegno per il suo lavoro. Il mister ha tanta voglia, tanta grinta che vuole trasmettere alla squadra. Noi cerchiamo di lasciarlo tranquillo fino al termine della stagione. Il momento dei bilanci non è ancora arrivato. Ci preme finire bene, soprattutto in casa. E fare in modo di portare i tifosi allo stadio, abbiamo bisogno del nostro pubblico che vogliamo riportare in massa a tifare Udinese.”

Su Stankovic: “Ha dato un grandissimo apporto in questa stagione, è l’anima aggiunta del mister all’interno dello spogliatoio, un punto di riferimento. ”

Sul mercato: “Abbiamo identificato le posizioni in campo in cui intervenire. Il nostro obiettivo non è vendere o svendere i giocatori più richiesti. Il prossimo anno vogliamo fare bene, molto meglio di quest’ anno. Perciò non possiamo svendere i nostri giocatori più importanti. Anche se le cose vanno condivise con il giocatore: se vuole cambiare club, non lo si può trattenere. Ma non abbiamo necessità di vendere, vogliamo costruire una squadra competitiva per la prossima stagione”. Pinilla? Cercheremo di ambire a qualcosa di meglio..Guilherme? A Roma ha fatto una buonissima partita, ha piedi buoni e qualità. Ha giocato con continuità, è uno su cui bisogna insistere”

Su Perica: “Perica sicuramente rimane a Udine, abbiamo un accordo di 18 mesi con il Chelsea. E’ molto ricettivo, fa tutto quello che gli viene proposto lo fa bene. E’ uno che ha ampi margini di miglioramento, un osso duro e un ragazzo molto serio.”

Sul Watford: ” Il Watford camminerà con le proprie gambe, Non prenderà giocatori dall’Udinese. Angella non ritornerà, vuole giocare in Premier”.

Quagliarella a Udine? “Il Torino non lo lascia partire. E’ un nome affascinante, ma il nome lo abbiamo già, è quello di Totò. E comunque Cairo non si priverà di lui”.

Su Scuffet: “E’ migliorato tantissimo anche non giocando, è pronto per fare il titolare. Dobbiamo ragionare bene. Firenze? E’ una piazza importante, dovremo scegliere assieme a lui l’opportunità migliore”.

I vari Camigliano e Battocchio? “Camigliano ha avuto una stagione tormentata, ha biosgno di un altro anno in B. Battocchio vedremo: adesso ha in mano le chiavi del centrocampo, sta facendo bene. Verre ha fatto una stagione importante. E’ uno dei migliori centrocampisti della B: è uno su cui possiamo ragionare. Mauri ha fatto molto bene, ma ci sono delle valutazioni tecniche da fare”.

Paloschi? “Ci piace, ha imparato ad andare quasi sempre in doppia cifra in A. Ma chi ha attaccanti di un certo peso non è disposto a cederli. La vedo difficile”.

Il nome su cui puntare: “Pinilla in questa stagione è stato determinante per l’Atalanta, ma cercheremo di ambire a qualcosa di meglio, pur essendo lui un ottimo attaccante. Mi piace Niang. Sa giocare esterno, attacca gli spazi in maniera importantissima. In Italia non c’è tanto su cui puntare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy