Gino Pozzo: “Il Sudamerica tornerà a essere il nostro bacino”

Gino Pozzo: “Il Sudamerica tornerà a essere il nostro bacino”

“A volte ci siamo mossi in maniera diversa e abbiamo sbagliato. Torneremo a fare quello che sappiamo, al meglio”ha affermato Gino Pozzo che commenta anche il Watford. “è un fiore all’occhiello e crescerà ancora ma ora sono concentrato sulla rinascita dell’Udinese che conoscevo”

1 Commento

Un passo indietro per guardare avanti. Sembra questo il concetto che vuole sposare l’Udinese.  «Gli errori sono stati commessi proprio quando ci siamo discostati dalla nostra linea. A volte ci siamo mossi in maniera diversa e abbiamo sbagliato. Torneremo a fare quello che sappiamo, al meglio», ha detto Gino Pozzo a Il Gazzettino anticipando quindi le mosse che vedremo prossimamente.  «Il Sudamerica tornerà a essere il nostro bacino  e abbiamo già buoni riscontri. Anche l’Africa viene monitorata attentamente. Dobbiamo dare una rinfrescata perché le ultime sono state annate troppo pesanti. Ci servono nuovi giocatori con entusiasmo. Credo però che ci siano ottime qualità non espresse anche in questa rosa».

Il discorso poi passa sulla galassia Pozzo, dal Watford alla cessione del Granada: «Ma la scelta non influirà in alcun modo sull’Udinese. Si tratta di gestioni, anche finanziarie, diverse. Aver perso il Granada ci ha tolto un po’ di potenzialità in Sudamerica, ma siamo già attrezzati con gli osservatori per ripartire. Era diventato difficile operare contemporaneamente in tre paesi europei. Il Watford è un fiore all’occhiello e crescerà ancora  ma ora sono concentrato sulla rinascita dell’Udinese che conoscevo. Nuovi soci? Se sarà il caso faremo valutazioni indipendenti dalla cessione del Granada. L’Udinese non è in vendita. Red Bull? Vedremo».

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. riso68 - 8 mesi fa

    Dopo avere depauperato negli ultimi anni una rosa importante, la ciliegina sulla torta sarebbe proprio consegnarci alla Red Bull.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy