Heurtaux: Abbiamo grandi qualità

Heurtaux: Abbiamo grandi qualità

Thomas Heurtaux non ci sarà nemmeno col Verona, ma come lui stesso conferma il rientro non dovrebbe essere distante: “Sto meglio, spero di tornare presto ad allenarmi insieme ai miei compagni”, afferma a Udinese Channel. “Possiamo fare bene quest’anno. Abbiamo grandi qualità nella nostra rosa e sappiamo bene che dobbiamo migliorare”, ha poi continuato, ribadendo anche la stima verso Colantuono: “E’ un allenatore grintoso che carica molto la squadra. Mi piace perché si fa sentire da tutti.  Devo la mia crescita al lavoro costante che faccio, ma soprattutto all’Udinese e al suo eccellente staff che ci mette nelle migliori condizione per lavorare e crescere. Al momento ho giocato poco e ovviamente la gara di Torino è il ricordo migliore. Quest’anno ho ancora tanta voglia di fare bene e di fare di più, mettendomi alle spalle questi infortuni. Voglio tornare sul campo al più presto per aiutare la squadra. Mi sto allenando a parte e sto facendo terapie; mi manca stare con il gruppo. Sto praticamente tutti i giorni allo stadio, perché solo lavorando sodo e facendo doppi allenamenti posso riuscire a rientrare prima. Non posso dire che in questo momento sono contento, ma sono certamente molto fiducioso”.“.

Dal presente al passato, ecco la sua riconoscenza verso Guidolin e l’amicizia intatta con beanti: ” Guidolin mi ha dato tantissimo. Ho vissuto momenti difficili all’inizio della mia esperienza a Udine, ma il mister mi ha fatto crescere tanto sotto tutti i profili. Benatia è un mio grande amico, lo sento ancora tutti i giorni. Sta facendo una carriera grandiosa e sono contento per lui. Non so, però se è stato davvero vicino al ritorno in Italia. Thereau? E’ un gran bravo ragazzo. Prima lo conoscevo solo come giocatore. La lingua ci ha aiutato a unirci subito, ma sono rimasto davvero molto sorpreso della bella persona che è. Anche lui non è stato benissimo in settimana, ma la squadra ha bisogno di lui e spero che si riprenda bene e torni a fare gol”.

Infine uno sguardo alla nazionale francese: “Seguo sempre la Francia e lo farò anche in questi Europei casalinghi. Il sogno di giocarci è sempre vivo, ma anche se non sarà possibile, sarò sempre in prima linea per fare il tifo. In Francia si sa che ci sono ottimi giocatori in tutti i reparti e quindi la concorrenza è altissima”.

 

 

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy