I dubbi di De Canio per la gara con l’Inter

I dubbi di De Canio per la gara con l’Inter

Badu, la fascia sinistra da completare, la gestione di Zapata: questi i dubbi di De Canio in vista della gara con l’Inter, con poco tempo per prepararla al meglio

Commenta per primo!

Nemmeno il tempo di godersi per un giorno la vittoria sulla Fiorentina e la salvezza virtuale acquisita, che subito occorre rimettersi sull’aereo che porterà questo pomeriggio l’Udinese a Milano.

Sabato sera la squadra di De Canio cerca altre luci. Il tecnico si gioca la conferma in queste ultime quattro gare dove serve dare continuità di prestazioni ora che l’obiettivo minimo sindacale è stato di fatto raggiunto. Se la squadra, come sembra, è col tecnico non ci dovrebbero essere problemi, almeno per quanto riguarda il comportamento in campo. Poi i risultati dipendono invece da mille altre cose.

Come la condizione: quella dell’Udinese sta migliorando proprio grazie alla cura del tecnico lucano, che da un mese e mezzo a questa parte ha lavorato moltissimo su questo aspetto. Ma giocare a tre  giorni di distanza dall’ultima partita non è facile: la gara con la Fiorentina è stata intensa sia fisicamente sia mentalmente e qualche strascico è normale che lo abbia lasciato.

IMG_9085Il primo problema è la squalifica di Adnan. Con Armero alle prese con l’affaticamento subito domenica scorsa mentre si allenava con chi non era in campo col Chievo, rimane solo Pasquale disponibile. La regola non scritta importa da De Canio è che i giocatori devono giocare nel loro ruolo naturale, per questo Edenilson non dovrebbe essere candidato per la mancina, ma vista l’emergenza potrebbe avvenire uno strappetto anche a questa regola.
Rimanendo alla mediana, Widmer sarà protagonista a destra davanti ai dirigenti che pare lo seguano (assieme a quelli di Fiorentina, Juve e Napoli). Poi c’è l’altro ballottaggio, tra Badu (non al meglio della condizione) e Hallfredsson a questo punto favorito. Il grande ex  Kuzmanovic e Fernandes completeranno la linea.

In difesa certo il rientro di Felipe, con Heurtaux e Danilo nella linea a tre.

Davanti Zapata e Thereau, almeno inizialmente: le fatiche per il colombiano si sentono più che per chiunque altro visto l’infortunio che ha reso precaria la condizione, per cui attendiamoci cambi in corso con Matos e Perica che scalpitano.

Caricamento sondaggio...

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy