Iachini: bene la linea difensiva

Iachini: bene la linea difensiva

Al termine del test con il Middlesbrough tecnico bianconero plaude la squadra: “Stiamo lavorando per migliorare l’organizzazione di gioco. Non si può pensare di vincere le partite senza essere coperti bene”

Udinese, ancora un passo avanti. Lo 0-0 contro il Middlesbrough nel primo test giocatosi allo stadio Friuli conferma una crescita costante della formazione di Giuseppe Iachini, soprattutto per quanto concerne la tenuta difensiva. Da rivedere, invece, la concretezza offensiva, ancora latitante, ma i segnali positivi non sono mancati. E’ lo stesso Iachini a confermarlo al termine dell’amichevole in mixed zone.

E’ stata una partita vera – le parole del tecnico ex Palermo -, visto che abbiamo affrontato una squadra che comincia il campionato questa settimana. Noi ci stiamo avvicinando all’inizio della stagione ed è chiaro che non faremo più due allenamenti al giorno. Saremo sicuramente più lucidi, più brillanti. Comunque la squadra in generale mi è piaciuta, anche nella sofferenza. Dietro ci siamo mossi bene, la linea difensiva ha lavorato bene. Ora dobbiamo lavorare di organizzazione, negli ultimi anni abbiamo preso qualche gol di troppo. Non possiamo pensare di poter vincere le partite senza una buona organizzazione difensiva. Nello stesso tempo abbiamo ancora margini di miglioramento nella fase offensiva, dove magari abbiamo sbagliato qualche finalizzazione, qualche passaggio. Ma con la crescita della brillantezza, con la lucidità ed esercitandoci meglio, avremo la possibilità di crescere sicuramente. Ci è mancato l’ultimo passaggio in alcune circostanze, però abbiamo modo di lavorare bene su questo”.

A pochi giorni dall’inizio ufficiale (il 13 agosto è in programma la gara di Coppa Italia al Friuli), Iachini ha già in mente la formazione “titolare”: “Un allenatore ha sempre in mente ciò che vuole fare, le idee sono chiare. Io però considero tutti titolari, mi aspetto da tutti un grande contributo. Anche perchè ci sono tante partite da disputare, da giocare, da studiare. E quando i ragazzi vengono chiamati in causa devono risultare decisivi per determinare la partita. Questo significa essere squadra, essere gruppo”.

La “prima” al Friuli di Iachini è stata impreziosita da una prestazione da parte del pubblico friulano molto importante: “Devo ringraziare i tifosi, che mi hanno accolto bene e hanno sostenuto la squadra dall’inizio alla fine. Questa è una fase molto importante, ci teniamo a iniziare bene. La squadra dovrà sempre mettere in campo lo spirito, la mentalità giusta, l’organizzazione, dovremo essere tutt’uno con il nostro pubblico. Qui c’è uno stadio bellissimo, dovrà essere una bolgia. Noi desideriamo far divertire i nostri tifosi, stiamo lavorando per questo, cercando di limare i difetti. Intanto mi fa molto piacere questo abbraccio con i tifosi, faremo di tutto perchè possa essere sempre così”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy