Iachini: “C’è grande amarezza”

Iachini: “C’è grande amarezza”

“Conoscevamo le difficoltà e conoscevamo il valore del Chievo, ma avevamo sbloccato la gara mettendola sui binari giusti. Dovevamo concretizzare meglio e fare qualche errore in meno in fase di palleggio”

Commenta per primo!

Beppe Iachini commenta così la sconfitta dell’Udinese. “C’è grande amarezza. Conoscevamo le difficoltà e conoscevamo il valore del Chievo, ma avevamo sbloccato la gara mettendola sui binari giusti. Dovevamo concretizzare meglio e fare qualche errore in meno in fase di palleggio. Siamo arrivati alla fine portando a casa il punto, peccato perché su due gol simili siamo caduto. Con più attenzione queste situazioni erano evitabili e viste in settimana. Rimane il rammarico per i tifosi“.

Hallfredsson è stato tolto per infortunio e la gara è cambiata: “Da quel lato sapevamo che calciatori potevano venire, ma erano situazioni leggibili con più attenzione, anche se può succedere nei minuti finali di prendere gol. Ci lavoreremo, abbiamo margini di crescita e queste letture vanno consolidate bene. Fofana? Deve crescere ancora a livello tattico, nell’ultimo mese ha lavorato sempre davanti alla difesa”.

Non è questione di gamba per il tecnico: “avevo anche chiesto un fraseggio più corto e di possesso. Il Chievo doveva recuperare e noi nello stesso tempo abbiamo messo in testa un blocco. quando sei in vantaggio scatta un meccanismo dove si vuole conservare il punto, invece dobbiamo sempre ricercare il gioco e creare presupposto per fare di più

Sul fatto che i giocatori lancino spesso frettolosamente il pallone spiega che “ci dobbiamo lavorare, strada facendo ci siamo detti di fare un certo fraseggio corto per ripartire con più qualità“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy