Iachini: “Dovevo avere più tempo, invece…”

Iachini: “Dovevo avere più tempo, invece…”

“Serviva più tempo e la società non me l’ha dato, peccato. Ma non butto via quelle 7 partite, ho vinto in casa del Milan, avevo un gruppo che mi seguiva”

Commenta per primo!

Diuveva essere la partita di Beppe Iachini, invece….Invece Palermo-Udinese vedrà De Zerbi sulla panchina rosanero e Delneri su quella bianconera:  «Zamparini mi ha telefonato subito dopo quell’intervento a Radio 24 per scusarsi e dire che non intendeva offendermi, che erano solo battute», ha raccontato alla Gazzetta tornando sui rapporti col numero uno rosanero.  «Diciamo che Zamparini ha un carattere particolare, lo conosco da una vita, ero un suo giocatore al Venezia. Alla fine il rapporto si era deteriorato per differenti vedute tecniche: lui voleva la difesa a 4, io gli facevo notare che non avevo i giocatori con le caratteristiche giuste. E infatti Ballardini poi si è salvato con il 3-5-2. Comunque è stata un’esperienza positiva durata quasi tre anni. Per questo, al di là di come sono finite le cose, devo ringraziare Zamparini per l’opportunità che mi ha dato».

 

L’Udinese l’ha mandato via dopo appena 7 partite: «E’ stata una sorpresa, non me lo meritavo. Purtroppo in questi casi manca la pazienza di aspettare il progetto che ha in testa l’allenatore. Ho cominciato il campionato con 4 giocatori chiave infortunati: Widmer, Samir, Badu e Hallfredsson oltre a Thereau frenato da problemi fisici. E quindi abbiamo dovuto affrettare i tempi di recupero di gente come Fofana, De Paul e Jankto».

Poi prosegue spiegando che «durante il ritiro avevamo provato il 3-5-2, che ormai fa parte della storia dell’Udinese. Poi ho cambiato passando al 4-3-1-2 o 4-3-2-1 perché avevo giocatori che mi permettevano di farlo, come De Paul, Evangelista e Peñaranda. Ma serviva tempo per recuperare gli infortunati e assimilare il nuovo sistema di gioco che ora viene seguito anche da Delneri. Serviva più tempo e la società non me l’ha dato, peccato. Ma non butto via quelle 7 partite, ho vinto in casa del Milan, avevo un gruppo che mi seguiva. Mi sarebbe piaciuto vedere la squadra con tutti i giocatori al massimo della condizione».

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy