Iachini: “Facciamo tesoro di quanto accaduto, ora la Fiorentina”

Iachini: “Facciamo tesoro di quanto accaduto, ora la Fiorentina”

“In questa parte di stagione non siamo stato fortunati”, spiega ancora il tecnico in merito agli infortuni. “Difesa a tre? vedremo, non si sa. dobbiamo essere bravi a interpretare entrambe le situazioni”

Commenta per primo!

Udinese attesa dal test Fiorentina dopo il ko col Chievo che ha riaperto vecchie ferite bianconere. Beppe Iachini è consapevole delle insidie che attendono i suoi: “Ci è dispiaciuto tanto quanto accaduto col Chievo, ma si è detto che siamo in fase di costruzione dove nella crescita ci possono stare momenti di alti e bassi. Anche i ragazzi hanno preso atto di questo fatto, ora dobbiamo fare qualcosa di più come fatto quando abbiamo cercato la manovra. A tratti con l’Empoli e a Milano l’abbiamo fato, nel contempo c’è rammarico per una partita che stava scivolando nel finale e dive potevamo portare a casa il risultato. Abbiamo parlato, ma ora c’è da girare pagina. L’attaccamento dei ragazzi lo dimostra anche la disponibilità ad andare un giorno prima in ritiro. Affrontiamo un’ottima squadra, la Fiorentina che ha giocatori molto validi e necessariamente dobbiamo far tesoro di quanto accaduto, ma siamo solo a inizio campionato e ora ci vogliamo far trovare pronti“.

In questa parte di stagione non siamo stato fortunati“, spiega ancora il tecnico in merito agli infortuni. “C’è rammarico perché sono infortuni nati da contrasti, ma ora vediamo agli effettivi e chi scenderà in campo deve farlo con la massima attenzione. Comunque sapevamo che in questo anno zero dovevamo conoscerci, scegliere un modulo adatto e ci stiamo lavorando sopra. Ci può stare un non continuità di atteggiamento e questa è la cosa che più mi è dispiaciuta quando dovevamo continuare ad attaccare”.

Psicologicamente è importante fare risultato: “E’ sempre importante, volevamo farlo anche contro il Chievo. Stiamo ancora lavorando per essere squadra al cento per cento. Capita a qualsiasi squadra che cambia tanto. Noi i nostri punti li abbiamo, potevamo forse avere qualcosa in più: ma dobbiamo ancora crescere e fare risultato è importante anche per il morale

Sulla destra e in mezzo c’è però un problema: “Heurtaux deve recuperare il miglior smalto, così come Wague, ma noi dobbiamo fare la partita e questo a prescindere da chi andrà in campo. Difesa  a tre? vedremo, non si sa. dobbiamo essere bravi a interpretare entrambe le situazioni, l’importante è fare bene la fase di possesso. Jankto o Kone possono fare gli esterni in caso di difesa a tre, lo stesso vale in mezzo al campo per il ruolo di mezzala. L’importante è capire cosa vogliamo fare in partita, dove a me piace giocare a calcio“.

Su De Paul poi prosegue affermando che “a Milano ha fatto una buona gara, ma è un ragazzo sul quale stiamo lavorando: non si può pretendere che faccia la prestazione a ogni partita, è giovane e ora deve trovare continuità capendo dove sbaglia nello smarcamento, sono cose su cui lavorare per avere una crescita ulteriore“.

Anche Thereau ha deluso con il Chievo: “Lo conosciamo e sappiamo che qualità abbia, veniva da un infortunio ed è chiaro che ci vuole pazienza per trovare una condizione ottimale. Ora parlerò con lui per capire quale sia la soluzione migliore per il bene suo e della squadra“.

La condizione generale trova una squadra che “ha lavorato molto come dispendio di energie, ma tutti si sono allenati nella maniera migliore e vedo i ragazzi convinti. Dobbiamo metterci più attenzione capendo i momenti

Il mini ritiro sé stata una sorpresa dal di fuori: “La squadra si è impegnata sempre. Ci serve ritrovare energie, mangiare correttamente, riprendere subito il discorso, correggere alcune situazioni che si sono verificate con il Chievo per fare meglio da subito. Non dobbiamo esaltarci quando si vince ma nemmeno deprimerci troppo in caso di sconfitta“.

Sulla Fiorentina spiega che “ha molta qualità nel palleggio, si conoscono bene e sono assieme da due anni. Sousa ha dato una sua impronta di gioco, dobbiamo fare una partita attenta, ma essere anche propositivi in fase di possesso palla per essere propositivi”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy