Il mistero del ritiro perduto

Il mistero del ritiro perduto

Il titolo richiama a storie di isole perdute, tesori e pirati: purtroppo Udine non è un’isola felice in questo momento, tesori in casa bianconera ce ne sono pochi, pirati però ne troviamo. E il mistero si infittisce nuovamente: a caldo, dopo la sconfitta col Palermo, Paròn Pozzo in maniera pacata ma ferma annunciava che il ritiro andava avanti. Ad oltranza fino al raggiungimento dei 40 punti. Una mossa coerente con la decisione presa dopo il ko di Parma e che ricalca una moda tornata in auge un po’ ovunque, visto che a Napoli De Laurentiis ha usato la stessa misura per la sua squadra sconfitta dalla Lazio in Coppa Italia.
Domenica sera però dopo le parole di Pozzo Sr, Stramaccioni sembra cadere dalle nuvole quando gli si parla di ritiro: ‘non ne so nulla, abbiamo parlato col presidente poco fa e non ci ha detto nulla di questo. Se le cose sono cambiate in 10 minuti lo apprendo dalla stampa’, ha affermato in conferenza stampa.
Si susseguono i dubbi. Fonti molto attendibili della società ci confermano che la decisione è di proseguire col ritiro da martedì sera almeno fino alla gara col Chievo.
La nottata porterà ulteriori consigli? I pirati troveranno altre rotte per portare la nave in porto? Il vento piatto, non aiuta a gonfiare le vele di poppa. Il clima stantio è un problema per i naviganti, si va avanti a vista, sperando che una punizione possa stimolare Eolo a spingere di nuovo la nave bianconera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy