Lasagna si candida: “Posso giocare al centro dell’attacco”

Lasagna si candida: “Posso giocare al centro dell’attacco”

Il neo-acquisto dell’Udinese è stato presentato questa mattina nella sede del ritiro bianconero a Sankt Veit an der Glan: “L’obiettivo? Superare i 5 gol segnati in A con il Carpi”

Giornata di presentazioni in casa Udinese. In occasione del Media Day – organizzato dalla società bianconera per i giornalisti locali e nazionali nella sede del ritiro a Sankt Veit an der Glan (in Austria) – sono stati presentati tre volti nuovi della rosa 2017-2018: Albano Bizzarri, Kevin Lasagna e Giuseppe Pezzella.

A introdurre la triplice conferenza stampa, il direttore generale Franco Collavino che in primis ha commentato l’assegnazione della finale di Euro Under 21 del 2019 a Udine: “La notizia dell’assegnazione ci ha dato grande entusiasmo a caldo e oggi a freddo è ancoramaggiore la soddisfazione. Si tratta del frutto di un lungo cammino che ci ha consentito questo grande risultato. C’è stato un lavoro di squadra con il Comune di Udine, con la Figc, si tratta di un traguardo molto importante per la nostra società. Si rafforza la dimensione europea dello stadio, senza trascurare le ricadute in termini di presenza sul territorio di turisti ed economiche“.

A delineare i profili dei neo-bianconeri, invece, è stato il direttore sportivo Manuel Gerolin: “Bizzarri è in Italia dal 2007, di fatto è italianissimo anche se è argentino. Si tratta di un giocatore con grande esperienza, darà serenità ai nostri portieri più giovani. Lasagna è un giocatore che nasce dai dilettanti e ha provato tutte le serie, ora è arrivato il momento della sua consacrazione in serie A. Pezzella, poi, ha appena lasciato la nazionale Under 21, lo conosco, l’ho già avuto durante la mia esperienza a Palermo. Ha buon piede, grande forza fisica, sicuramente rappresenta il futuro e il presente di questa Udinese“.

Particolare attenzione è stata rivolta nei confronti di Lasagna, chiamato a dar man forte a un reparto che al momento non sembra completo. “L’anno scorso giocavo centrale – ha spiegato l’ex Carpi -, è il ruolo ideale per me con qualcuno accanto“. Nelle prime uscite ufficiali, Lasagna ha dimostrato già una buona intesa con i compagni di reparto: “La squadra mi ha accettato subito bene, sono tutti bravi ragazzi, il mister ci insegna i minimi movimenti e questo aiuta tutti”. In particolare, mercoledì nel test contro gli arabi dell’Al Alhi Jeddah, Lasagna è stato schierato come punta avanzata: “Mi trovo bene davanti, poi la società trarrà le conclusioni e vedrà come intervenire“. Poi alla domanda sulle differenze di metodologia tra Castori e Delneri, Kevin risponde così: “Delneri insegna molto i movimenti per giocare a due punte, Castori adotta un metodo diverso di gioco, molto più in verticale. Con Delneri non si prova solo a verticalizzare, ma anche a dialogare”. Sulla condizione fisica e mentale, l’attaccante classe ’92 sottolinea: “Lo scorso anno abbiamo sfiorato la promozione in A con il Carpi… moralmente è stato un duro colpo. Comunque ora sono concentrato sull’Udinese e sto bene fisicamente“. #KL15 ha le idee chiare sulla stagione che si aprirà tra meno di un mese: “Il mio obiettivo è migliorare lo score di 5 reti in serie A messo a segno un anno fa a Carpi. Comunque oltre a migliorare i gol personali, sarei contento soprattutto se faremo una grande stagione tutti insieme. Spero sia l’anno della consacrazione. Il numero di maglia? Sì, chiederò il 15“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy