Fofana senza timore: ho grandi ambizioni

Fofana senza timore: ho grandi ambizioni

Giornata di presentazioni ufficiali in casa bianconera: si comincia con il centrocampista ex Manchester City

Una new entry dal curriculum internazionale. Si tratta di Seko Fofana, centrocampista francese di origine ivoriana classe ’95 con un passato tra Manchester City, Fulham e Bastia. A presentare il mediano parigino è stato il direttore sportivo Nereo Bonato: “E’ un giocatore inseguito da tempo dall’Udinese. Si tratta di un centrocampista duttile, che può ricoprire più ruoli”.

Fofana, con quale spirito inizia la sua prima avventura nel campionato italiano?

Sono arrivato qui con tante ambizioni. So che il campionato italiano è molto tattico.

Rispetto ai suoi esordi nelle giovanili del City quanto è cresciuto?

Credo di essere migliorato dal punto di vista fisico e tattico, ora tendo a proiettarmi maggiormente in avanti e posso fare la differenza. So che qui la tattica è un elemento molto importante, cercherò di studiare l’assetto della squadra. Al Bastia ho scoperto la cultura calcistica francese e ora ho la possibilità di sperimentare quella italiana.

Qual è il suo giocatore di riferimento?

Il mio modello ispiratore è Tourè, mi piace la sua potenza del tiro, una caratteristica che sento anche mia.

E’ arrivato in una squadra che ha faticato molto nelle ultime stagioni… come pensa di poter dare il suo contributo?

Adesso parte un nuovo ciclo con un nuovo allenatore e uno staff rinnovato. Siamo partiti bene dal punto di vista del lavoro, della disciplina e della disponibilità. Il mercato non è ancora chiuso, ci potrebbe essere qualche arrivo e qualche partenza… ma vogliamo costruire una squadra competitiva. Per me poi è una novità fare un ritiro con la squadra, non mi era mai capitato prima.

Aveva altre offerte, anche importanti, perchè ha scelto proprio l’Udinese?

Il campionato italiano è diverso rispetto a quelli che conoscevo. Ho ricevuto diverse proposte mentre ero in vacanza. Ciò che mi ha fatto scegliere l’Udinese è stata la determinazione della società.

Il ruolo nel quale la sta impiegando Iachini è quello a lei più congeniale?

Il mio ruolo preferito è il numero 8 nel 4-3-3. Comunque io sono a disposizione di mister Iachini.

La presenza di tanti calciatori che parlano francese l’ha aiutata a inserirsi più velocemente?

Certo, l’italiano è una lingua simile al francese ma non lo capisco completamente. Ringrazio i miei compagni per l’aiuto che mi stanno dando. Grazie a loro è più facile comunicare e mi sento un pochino a casa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy