L’Udinese cerca sè stessa: un ottobre non continuo e con problemi di attacco

L’Udinese cerca sè stessa: un ottobre non continuo e con problemi di attacco

Qualche problema di “assestamento” per la formazione di Delneri che in questo momento può contare su un brillante De Paul

di Redazione

L’Udinese di Luigi Delneri ha vissuto un ottobre di alti e bassi, conquistando 6 punti dei 12 disponibili, ma ha continuato a rendere evidente alcuni problemi, su tutti quello della continuità e quello legato alla scarsa vena realizzativa dei propri attaccanti.

Il tecnico dei friuliani sta cercando di lavorare su entrambi i fronti ma soprattutto è riuscito a salvare una panchina abbastanza rovente grazie ad un finale di mese veramente “quasi perfetto”. Ottobre non aveva lasciato ben sperare, la squadra veniva da un forte 4 a 0 maturato contro la Sampdoria ma nel giro di due partite non era riuscita a conquistare nemmeno un punto, anche se, a favor suo aveva la “scusante” di affrontare due squadre come Fiorentina (dell’ex Thereau) e Juventus (attuali campioni in carica). Ciò che però non era tanto andato già alla dirigenza era la posizione in classifica (soltanto 6 punti) e la clamorosa imbarcata subita in casa contro la squadra di Massimiliano Allegri, con un 6 a 2 che aveva fatto abbastanza male a società, squadra e tifosi.

Nonostante tutto Luigi Delneri ha caricato la squadra della sua esperienza e con due vittorie consecutive (su Sassuolo e Atalanta) ha riconquistato la fiducia di tutti (anche se rimane sotto osservazione) e sistemato momentaneamente una classifica che a metà mese era veramente preoccupante. In casa Udinese però c’è un altro grosso problema, quello legato agli attaccanti, al momento incapaci di portare le reti tanto chieste dal proprio allenatore. Nel mese di ottobre delle 6 reti messe a segno dalla squadra soltanto una porta la firma di un centravanti, ovvero quella messa a segno da Perica nel 6 a 2 contro la Juventus. In linea di massima, nelle 18 reti realizzate da agosto a fine ottobre troviamo ben 12 giocatori diversi ma ciò che fa allarmare sono però le sole 5 reti firmate da Perica (appena tornato da un infortunio), Maxi Lopez e Lasagna; ancora a secco gli altri attaccanti della rosa, ovvero Matos, Ewandro, Bajic e Mallé.

Il vero trascinatore al momento sembra essere Rodrigo De Paul, giovane centrocampista argentino che sta confermando le sue doti con 3 reti e ben 4 assist. La speranza dei tifosi è che si risvegli improvvisamente l’attacco e che nel mese di gennaio la società compri un rinforzo, un rinforzo capace di sopperire a quel tremendo vuoto lasciato da Thereau. Una rinascita che attendono anche gli amanti delle scommesseonline, pronti a puntare sulle partite dei bianconeri e scommettere anche sui singoli marcatori delle partite.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy