L’Udinese inciampa all’esordio, il Chievo passa al Friuli

L’Udinese inciampa all’esordio, il Chievo passa al Friuli

I bianconeri subiscono la prima sconfitta stagionale tra le mura amiche. Inglese e Birsa puniscono il team di Delneri, rimasto a galla per venti minuti con Thereau

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

C’era attesa, grandissima attesa per il debutto stagionale dell’Udinese. Ma al 93′ è soltanto il Chievo ad aver festeggiato questa sera allo stadio Friuli. Sono cambiati alcuni interpreti, ma certi errori sono riapparsi dopo solo 15 minuti di gioco, quando i gialloblu hanno trovato la rete del vantaggio con Inglese, che ha piegato troppo facilmente il giovane Scuffet. Si sono rivisti anche nel corso della gara, durante la quale l’Udinese ha dimostrato che certi meccanismi non sono ancora rodati. Colpa di una condizione non ancora al top – e ciò è comprensibile – e di un’intesa con i nuovi ancora da perfezionare – e anche questo è altrettanto comprensibile. Decisamente carente, ma questa non è una novità, la capacità di rendersi pericolosi negli ultimi metri. Seppur le occasioni ci siano state, l’Udinese, infatti, ha dimostrato di aver molte difficoltà a concretizzare. La stagione, esattamente come 12 mesi fa, è iniziata con il piede sbagliato, ma questa volta l’impressione è che la “cura” sia in casa. Servirà però ancora qualche settimana prima di vedere la “vera” Udinese. Attendiamo fiduciosi.

Senza Widmer (infortunato) e Danilo (squalificato), mister Delneri sposta Wague a destra e inserisce al centro della difesa il neo-acquisto Nuytinck, mentre Pezzella prende il posto del “convalescente” Samir sulla sinistra. Fofana-Hallfredsson-Jankto il terzetto centrale con Thereau – nell’inedito ruolo di capitano – e Lasagna in avanti. Maran risponde con Birsa alle spalle di Inglese dell’ex Empoli Pucciarelli.

Ci vogliono otto minuti per registrare la prima azione offensiva dell’incontro: Lasagna conquista un corner, che viene battuto dalla sinistra. De Paul crossa per Nuytinck che con un colpo di testa all’indietro prova a sorprendere Sorrentino, ma il pallone finisce di poco a lato alla sinistra dell’esperto portiere gialloblu. Al 14′ è Lasagna a provare a violare la porta veronese: assist di Pezzella e l’ex Carpi colpisce centralmente con Sorrentino che blocca a terra. Nonostante una fase molto positiva da parte degli uomini di Delneri, è il Chievo a passare in vantaggio al 15′: corner battuto dalla sinistra, Inglese svetta e schiaccia di testa sul primo palo dove trova un incerto Scuffet. L’Udinese prova subito a reagire, ma fatica ad arrivare alla conclusione. Al 33′ si registra il tentativo di Fofana che conclude centralmente con una girata da dentro l’area che Sorrentino disinnesca senza problemi. Passano quattro minuti e l’Udinese trova il meritato pareggio: De Paul serve un assist perfetto per Thereau che conclude direttamente nello specchio (pallone leggermente deviato da un difensore ospite). Nei minuti finali della prima frazione, i bianconeri aggrediscono con maggiore fiducia, ma si all’intervallo sull’1-1. Nella ripresa i tecnici confermano i 22 scesi in campo all’inizio. Al 9′ minuto i veneti tornano in vantaggio: da oltre 30 metri Birsa lascia partire un sinistro che finisce alle spalle di Scuffet. Davvero spettacolare la traiettoria che disegna la sfera. Al 13′ Delneri effettua il primo cambio dell’incontro: dentro Samir, fuori Wague. Tre minuti più tardi ancora Udinese avanti: cross di Pezzella per Lasagna che, spalle alla porta, colpisce di testa con il pallone che finisce alto di poco. Al 16′ Perica prende il posto di Fofana, mentre al 20′ esordio in bianconero per Behrami che rileva De Paul. Cambi, dunque, esauriti per Delneri. Al 25′ l’Udinese sfiora il 2-2: girata di Lasagna che viene deviata in corner dalla difesa del Chievo. Al 30′ Maran effettua il primo cambio: fuori Pucciarelli, dentro Garritano. Quattro minuti dopo Rigoni prende il posto di Birsa. L’Udinese tenta il tutto per tutto, ci prova nuovamente con Lasagna, poco fortunato negli ultimi metri. Al 43′ Pellissier viene inserito per Inglese. Nei tre minuti di recupero si vede solo la formazione di Delneri, ma è troppo tardi per evitare il primo ko della stagione. L’Udinese esce tra i fischi dei suoi sostenitori, davvero un pessimo inizio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy