L’Udinese inciampa su Kalinic, ma non sono solo lacrime

L’Udinese inciampa su Kalinic, ma non sono solo lacrime

L’attaccante croato vero mattatore: doppietta e rete annullata dal Var. Lasagna tiene in partita i friulani che nel finale sprecano troppo

Udinese castigata da Kalinic. Eppure la gara di quest’oggi tra il Milan di Vincenzo Montella e il team di Gigi Delneri è stata intensa, vivace, divertente e ha offerto diversi punti di riflessione. Lo show di Nikola Kalinic, autore di una doppietta in dieci minuti (ai quali si aggiunge un gol annullato per fuorigioco millimetrico nella ripresa) è stato possibile anche – e soprattutto – per alcune evidenti lacune difensive evidenziate da Danilo & compagni. In particolare la seconda rete è il frutto di una serie di errori che speriamo non vengano replicati nei prossimi match. Per contro, gli spunti positivi li hanno offerti Kevin Lasagna – per la prima volta a segno con la maglia bianconera (anche all’ex Carpi è stato annullato un gol per fuorigioco dopo soli 10 minuti) -, migliore in campo tra i bianconeri, come accaduto sette giorni fa, e Antonin Barak, “giocatore ragionatore” nel mezzo. Ma il merito principale dei friulani è stato quello di essere rimasti in partita fino alla fine, creando più di qualche pensiero a Donnarumma. La formula vincente non è ancora stata trovata, ma gli elementi da “plasmare” ci sono tutti. L’importante è continuare a crederci e mantenere uno score positivo in casa. A cominciare da mercoledì, quando al Friuli arriverà il Torino del Gallo Belotti.

CRONACA. Delneri conferma l’undici schierato domenica scorsa contro il Genoa con Larsen al posto dell’infortunato AC Milan v Udinese Calcio - Serie AWidmer, Barak e Behrami nel mezzo e Lopez accanto a Lasagna. Montella, privo di Conti che rientrerà tra sei mesi, propone Calabria in difesa dal primo minuto. Nel mezzo Bonaventura vince il ballottaggio con Calhanoglu, protagonista in Europa League. In avanti confermato il tandem annunciato alla vigilia Suso-Kalinic. Dopo aver osservato un minuto di silenzio per le vittime del nubifragio che si è battuto nei giorni scorsi su Livorno, comincia la sfida a San Siro con il Milan che si fa subito aggressivo. Ma al 10′ minuto è l’Udinese a proiettarsi in avanti con Lasagna che batte Donnarumma con un rasoterra centrale. L’arbitro Guida, però, non è certo della posizione regolare del numero 15 bianconero e chiede l’intervento del Var che conferma il fuorigioco. Gol annullato. Al 19′ è i rossoneri sfiorano il vantaggio: sugli sviluppi di un corner, riceve di testa Kalinic che colpisce il palo alla destra di Scuffet, il pallone finisce sui piedi di Bonucci che conclude verso lo specchio ma il pallone viene salvato sulla linea da De Paul. Passano tre minuti e il Milan sblocca il risultato: apertura di Kalinic sulla destra per Calabria che restituisce palla all’ex viola. Confusione nell’area piccola bianconera e Kalinic ne approfitta. Sei minuti dopo l’Udinese riequilibra il match: passaggio orizzontale di Romagnoli, che viene intercettato da Lasagna: il numero 15 trafigge Donnarumma e questa volta regolarmente. Nemmeno il tempo di esultare che il Milan è di nuovo avanti: Suso batte un corner dalla sinistra, sponda di Kessie per Kalinic che evita l’intervento di Samir e batte a rete per il 2-1. Nell’ultimo quarto d’ora gli ospiti tentano qualche incursione, ma il Milan controlla. Nella ripresa, nei primi 5 minuti Scuffet è ancora protagonista di un doppio intervento su Suso prima e su Bonucci poi. Al 12′ Delneri richiama Behrami per Fofana. Quattro minuti dopo Bajic rileva Maxi Lopez. Al 17′ Fofana è protagonista di una grande giocata: va via centralmente, salta due avversari e in area conclude da pochi passi trovando un attento Donnarumma. Al 22′ Bajic conclude di testa un’azione partita dai piedi di Lasagna: pallone alto di pochissimo. Subito dopo Montella effettua dei cambi: fuori Bonaventura e Suso, dentro, rispettivamente, Calhanoglu e Cutrone. L’Udinese continua a proiettarsi nell’area rossonera, ma al 38′ Kalinic, imbeccato da Kessie, infila Scuffet per il 3-1. Ma Guida non è certo della posizione del croato e richiede nuovamente l’intervento del Var: dopo attenta consultazione il gol viene annullato per fuorigioco. A cinque minuti dal 90′ Montella richiama Kalinic e inserisce Locatelli. Minuti finali tutti per l’Udinese che rimane costantemente nella metà campo rossonera, ma non riesce a trovare il guizzo giusto. Terzo ko stagionale e testa al Toro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy